Consiglio comunale, il Governatore: “Che squinternati ad Avellino”

0
196

Vincenzo De Luca e la sanità in Irpinia e in Campania. Sala affollata all’inverosimile, all’hotel de La Ville di Avellino. Sanità, certo. Ma l’occasione, per i giornalisti, era “ghiotta” per porre al Governatore anche qualche domanda di natura politica. De Luca, sul quesito del “Foti-Preziosi”, ha glissato. Poco dopo, però, ad un certo punto, durante il suo intervento, ha detto: “Alcune volte seguo o leggo delle vicende avellinesi in consiglio comunale in tv. Devo dire, ad onor del vero, che siete un po’ squinternati. Mi dispiace, perché non vi rendete conto che, invece, siete un’eccellenza”. Oltre ai tanti operatori della sanità, il parterre del de La Ville era pieno di personalità politiche. Seduti in prima fila c’erano i consiglieri regionali irpini Enzo Alaia, Maurizio Petracca, Carlo Iannace, il presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio, il sindaco di Avellino Paolo Foti, il presidente della Provincia Domenico Gambacorta, il presidente dell’Ordine dei Medici di Avellino Giuseppe Rosato, l’ex senatore Enzo De Luca (con il quale De Luca si è salutato poco prima di inziare), il deputato del Pd Valentina Paris, il Prefetto Carlo Sessa, il presidente del Pd irpino Roberta Santaniello. In platea tra i vari anche Carmine De Blasio, Francesco Todisco, Lello De Stefano, l’ex sindaco di Avellino e medico Pino Galasso, l’assessore Teresa Mele, i consiglieri comunali Franco Russo e Silvia Amodeo.

Print Friendly, PDF & Email