De Luca rilancia: “Fuori la politica dalla sanità, tranquilli”

    0
    181

    “La rivoluzione campana della sanità continua, niente paura”. Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, sgombera ogni dubbio. E lo fa nel corso del confronto pubblico organizzato dai nuovi direttori generali di Asl Avellino e ospedale Moscati, Morgante e Percopo. E’, come sempre, un fiume in piena: “La politica, tranquilli tutti, non metterà più piede nella sanità in Campania. Si parte dai cittadini, si pensa esclusivamente ai cittadini, soprattutto alla povera gente. Valorizzeremo il merito, non le appartenenze. Se un medico o un dirigente è del Pd, ma è ciuccio, resta ciuccio. Si volta pagina, in Irpinia come nel resto della Campania. Qualunque tipo di anomalia, di privilegio, per favore, segnalatemelo. Sono pronto a venire di nuovo anche domani mattina per porre un argine. Ci giochiamo tutto sulla sanità, non è tempo di scherzare: adesso o mai più”. “Nel 2017 usciremo dal commissariamento. Stiamo lavorando per raggiungere quest’obiettivo. Stiamo lavorando come i pazzi, ma sapete quanto personale della Regione è addetto alla sanità? Duecento persone, alla formazione ne sono 1.200. Ho dovuto trasferire sulla sanità, d’imperio, altri duecento addetti. Non faremo sconti a nessuno, nemmeno ai nuovi manager. Chi sbaglia, paga, va via”.

    Print Friendly, PDF & Email