Da investimenti con fondi Ue un terzo del Pil

0
328
Campania in ritardo
fondi europei

Oltre un terzo del Pil dell’Italia nel 2015 è stato generato dagli investimenti dei fondi Ue. Questi hanno infatti consentito di aumentare di circa lo 0,3% il Pil, che è stato nel suo complesso dello 0,8%. E’ quanto emerge dal rapporto della Commissione Ue sui fondi di coesione per il periodo 2007-2013, il cui utilizzo prosegue sino al 2015. Nello stesso arco temporale i fondi per lo sviluppo regionali (Erdf), pari a 21mld, sono stati l’equivalente dello 0,2% del Pil e del 4,4% della spesa capitale. Questi sono andati soprattutto alle regioni del Sud dove i fondi procapite sono stati 14 volte maggiori che al Nord. Questi si sono tradotti complessivamente nella creazione di 60mila posti di lavoro, finanziando 6.030 progetti di ricerca e sviluppo, 4.472 start up, 51.729 imprese per fare investimenti e 2.502 cooperazioni tra imprese e centri di ricerca. Sono inoltre stati migliorati 1.035 km di ferrovie, è stato fornito l’accesso alla banda larga a 2,3milioni di persone e creati 403 Megawatt di capacità di produzione energetica da rinnovabili.

Print Friendly, PDF & Email