Nuovi finanziamenti alle piccole imprese del Sud: si parte

0
302
Pmi

Appuntamento per le Pmi del Mezzogiorno a lunedì 17 ottobre, ore 9, presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Ad attenderle ci sarà il ministro Carlo Calenda in persona e un parterre di esperti nazionali e comunitari che illustreranno il Programma operativo nazionale (Pon) ‘Iniziativa Pmi’, lo strumento finanziario gestito dal Fondo Europeo degli Investimenti (FEI, Gruppo BEI) previsto nella programmazione 2014-2020 a valere sui fondi strutturali e di investimento per le piccole e medie imprese del Sud. La misura, rivolta alle Pmi di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia Abruzzo, Molise e Sardegna, è volta a migliorare le condizioni di accesso al credito attraverso una forma di intervento mirata e basata sul ricorso a strumenti di ingegneria finanziaria. “Il programma – spiega una scheda illustrativa pubblicata sul sito del Mise – agirà attraverso operazioni di cartolarizzazione di portafogli di prestiti bancari esistenti, in maniera sinergica rispetto alla corrispondente azione svolta dal Fondo centrale di garanzia nel PON “Imprese e Competitività”, che fornisce garanzie alle banche e agli intermediari finanziari riferite sia a singole operazioni finanziarie, sia a portafogli di operazioni. La cartolarizzazione di prestiti esistenti consentirà alle banche che aderiranno all’iniziativa di liberare capitale di vigilanza. Il capitale liberato sarà utilizzato dalle stesse banche per erogare nuovi finanziamenti a tasso agevolato alle Pmi localizzate nelle Regioni del Mezzogiorno, per un ammontare complessivo di almeno 1,2 miliardi con un effetto moltiplicatore pari a 6 sulle risorse pubbliche dedicate all’iniziativa”. Al convegno di lunedì 17 interverranno: Dario Scannapieco (Vice Presidente BEI e Presidente Cda FEI), Pier Luigi Gilibert (Amministratore Delegato FEI), Rudolf Niessler (Direttore generale DG REGIO per i programmi dei Paesi dell’Europa meridionale), Ciprian Cristea (Capo Unità DG GROW-COSME Financial Instruments Commissione Ue) e Carlo Sappino (Direttore Generale Incentivi alle Imprese e Autorità di Gestione del Programma).

Print Friendly, PDF & Email