Borsa immobiliare: compravendite, a Napoli è boom

0
254

Diminuisce in tutta Italia il valore degli immobili e così aumentano le compravendite, ma a Napoli le quotazioni sono scese un po’ di più. A dirlo è il Listino ufficiale immobiliare del primo semestre 2016 realizzato dalla Borsa immobiliare di Napoli, presentato in Camera di Commercio. Secondo i dati della Bin, nei primi 6 mesi del 2016 il mercato delle case in città ha segnato una ripresa del 25,3%. Rispetto all’ultimo semestre del 2015, Napoli ha visto diminuire il valore di tutte le tipologie di immobili. A livello nazionale a fare da traino è Bologna che fa registrare un balzo in avanti, rispetto allo scorso anno, di 14 punti percentuali. I dati dell’osservatorio immobiliare dell’agenzia delle entrate mostrano nel secondo trimestre del 2016 un aumento delle compravendite immobiliari del 21,8% dopo il già consistente + 17,3% del primo trimestre dello stesso anno. In particolare, il mercato residenziale evidenzia una crescita del 22,9% confermando e rafforzando il 20,6% registrato nel primo trimestre dell’anno, riportando il mercato quasi ai livelli di prima della crisi del 2012, quando le transazioni residenziali crollarono del 23,7%. A Napoli la situazione è questa: a Posillipo, Ghiaia e San Ferdinando si osserva un decremento medio dell’1,8% dei valori di compravendita, e in questi stessi quartieri i valori locativi evidenziano una stasi in Posillipo e Ghiaia, e un decremento del 3,4% in S. Ferdinando; una riduzione dei valori si vede anche nel Centro storico con picchi di flessione dei valori di compravendita fino al 3.8% nei quartieri Porto e Montecalvario, mentre i valori locativi sono stabili, -0,2% in media, tranne che nel quartiere Porto -2,2%. Diverso è il caso della municipalità Vomero-Arenella dove si registra una piccola ripresa dei valori, +1% nelle compravendite e +2% nelle locazioni.

Print Friendly, PDF & Email