Napoli, turismo: superato 90% occupazione camere per ognissanti

0
327

“Il turismo mondiale sta riscoprendo Napoli”. Lo dice Antonio Izzo, presidente di Federalberghi Napoli, alla vista dei dati positivi raggiunti dalla città per il “ponte di Ognissanti”. L’occupazione camere ha, infatti, raggiunto l’82%, il 30 ottobre, e superato il 90% il 31, con una leggera prevalenza di stranieri sugli italiani. In una classifica basata sulle presenze gli statunitensi occupano il primo posto seguiti da francesi e giapponesi. Difficile fare confronti con il 2015 visto che si tratta di un lungo “ponte” grazie ad un calendario favorevole. Molti alberghi hanno, infatti, raggiunto il sold out per 4 giorni, mentre la media annuale è di circa 2 notti. “Soprattutto nei periodi positivi bisogna stare attenti a chi cerca di lavorare abusivamente creando problemi sia agli operatori del mondo del turismo che ai turisti stessi – prosegue Izzo -. L’abusivismo, soprattutto extralberghiero, è una vera piaga. Dall’evasione fiscale e dell’imposta di soggiorno, alla mancanza di comunicazione degli alloggiati, dalle garanzie minime di sicurezza, al lavoro nero, alla concorrenza sleale elenchiamo solo una parte delle “patologie” da abusivismo”. “Negli ultimi mesi il mercato sommerso, nell’extralberghiero, ha superato quello di coloro che lavorano nel rispetto delle regole – conclude Izzo -. Tutelare il mercato vuol dire tutelare in primis proprio coloro che gestiscono B&B, Affittacamere, Case vacanze rispettando tutti gli obblighi di legge. Oggi peraltro risulta indispensabile trovare una disciplina per i fenomeni come Airbnb. Purtroppo l’attività imprenditoriale, ovvero di chi gestisce un numero elevato di strutture a livello professionale, sta facendo sparire lo spirito familiare con il quale è nato questo tipo di accoglienza. Solo con un lavoro intenso delle Istituzioni sarà possibile fronteggiare questa piaga e regolamentarla per evitare che possa dilagare nei prossimi mesi”.

Print Friendly, PDF & Email