Sappino (Mise) bacchetta il Sud: fondi inutilizzati

0
405
Tavolo Confapi

Fondi non utilizzati, il Sud perde terreno. “Ci sono 2.3 miliardi per innovazione, banda ultra larga, competitività ed efficienza energetica. Ci sono finanziamenti per tutte le imprese del Sud”, precisa il direttore generale degli incentivi alle imprese del Mise Carlo Sappino che si è soffermato sul rapporto dell’Italia, e del Sud in particolare, con l’Europa e i fondi comunitari, ma anche con le risorse nazionali. “Il credito d’imposta, ad esempio, sta avendo un impatto modesto sulle imprese ed i fondi saranno dirottati altrove”. Sappino ha inoltre sottolineato che “non ci sono accordi di programma con regioni del Mezzogiorno. Ne sono già stati sottoscritti quattro e presto ne arriveranno altri sei, ma non al Sud”. Un gap che il Governo conta di colmare con dei correttivi. “I bandi attuati finora hanno riscontrato poche adesioni dal Sud. Così si è deciso di potenziare il contributo alla spesa per le piccole imprese fino al 75 per cento”. In via di definizione, ha ancora annunciato Sappino dalla Camera di Commercio durante la giornata di studi e confronto organizzata dalla Confapi Avellino, “il bando grandi progetti da 200 milioni di euro, di cui 40 per l’agenda digitale”.

Nella sede di piazza Duomo si sono ritrovati, su iniziativa dell’associazione delle piccole e medie imprese di Avellino, operatori, docenti ed esponenti della pubblica amministrazione per fare il punto sulle iniziative in cantiere e provare ad immaginare un percorso condiviso. I lavori sono stati aperti dalla relazione del presidente della Confapi Giuseppe Solimine che ha aperto la vertenza Irpinia ed invitato tutti “a sostenere le piccole imprese che rappresentano da sempre il tessuto produttivo della Campania e del Sud più in generale”. Il ruolo delle università e le possibile sinergie con il mondo produttivo sul fronte della ricerca e dell’innovazione è stato tratteggiato dai docenti universitari Vincenzo Loia dell’Università di Salerno e Vincenzo Sanguigni dell’Ateneo Parthenope di Napoli. Poi spazio, tra gli altri, anche ai contributi di Sviluppo Italia, con il dirigente Sergio Tanga, e Invitalia, con la responsabile incentivi alle imprese Carmela D’Amato, impegnati in prima linea con una serie di misure a sostegno delle Pmi campane.

Print Friendly, PDF & Email