Meninno (Cgil): noi, i pazzi della ex Irisbus. Ora tutti al lavoro

0
233

“I primi pazzi siamo stati noi”. Dario Meninno è uno dei simboli della rinascita dello stabilimento ex Irisbus di Valle Ufita. Lui che lì dentro ci ha passato buona parte della sua vita, lui che per cinque, lunghi anni, si è speso e battuto affinché quello stesso stabilimento continuasse a produrre autobus e nient’altro. Oggi, come per tutti, è un stato un giorno speciale. Ha preso la parola ed ha detto a De Vincenti: “Per noi è diventato un simbolo quando ha pronunciato la fatidica frase in una riunione al Ministero: Fiat venga con me. Quel giorno, lo ammetto, mi sono venuti i brividi. Abbiamo capito che in questa partita le carte non del vada il colosso Fiat, ma il Governo. Tutto è partito da una nostra follia”. I ricordi di Meninno si fanno chiari: “Abbiamo fatto bene a pensare di mettere insieme gli stabilimenti ex Irisbus ed Breda Menarini. Non si può dimenticare che a noi ci ha chiuso il governo Berlusconi e ci ha aperto il governo Renzi. Ma sono passati anche altri due governi, nel frattempo: quello di Monti e quello di Letta, il quale è venuto in Valle Ufita. C’è stato un grande lavoro da parte di tutti, ci abbiamo creduto fin dall’inizio. Ora lo stabilimento è aperto e vivo, ci auguriamo che, al più presto, rientrino tutti i lavoratori in fabbrica”.

Print Friendly, PDF & Email