Occupazione, pronti 200 milioni per inserire i giovani

0
200

Uno sgravio contributivo fino a un massimo di 8.060 euro in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato o in apprendistato; si scende al 50%, per 12 mesi, entro un tetto di 4.030 euro, se la firma viene messa invece su un rapporto a termine della durata di almeno sei mesi. L’Anpal, la neonata Agenzia nazionale per le politiche attive, d’accordo con il ministero del Lavoro, è pronta a rifinanziare con 200 milioni il cosiddetto “bonus occupazionale” di Garanzia giovani: le risorse arrivano dalla Ue, e serviranno per riconoscere l’incentivo economico a tutti i datori di lavoro privati che, nel 2017, assumeranno, da Milano a Palermo, giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni, iscritti al programma Youth Guarantee, e quindi «Neet», vale a dire ragazzi non inseriti in percorsi di studio o formazione e senza un impiego (per i minorenni, c’è una condizione aggiuntiva: quella di aver assolto il diritto-dovere all’istruzione e formazione). “Si partirà a gennaio”, spiega il numero uno di Anpal, Maurizio Del Conte a Il Sole 24 Ore.

Print Friendly, PDF & Email