Motori più efficienti: Fca investe milioni in ricerca anche in Campania

0
358
Fca in crescita

La Banca europea per gli investimenti (Bei) e Fiat Chrysier Automobiles hanno perfezionato un nuovo finanziamento di 250 milioni di euro destinato ai progetti di ricerca e sviluppo (R&S) di Fca. Il prestito, di durata triennale, sosterrà l’attività dei centri R&S italiani del gruppo automobilistico e consolida la collaborazione tra la banca dell’Unione europea e Fca, collaborazione che ha portato dal 2009 a oggi al perfezionamento di operazioni per totali 24 miliardi. Nel dettaglio, il piano di investimenti di Fca in R&S nel triennio 2017-2019 punta ad alcuni obbiettivi-chiave, quali la maggior efficienza e la diminuzione delle emissioni di Co2 nei motori a benzina e a combustibili alternativi e lo studio delle future piattaforme ibride. Una parte del finanziamento sarà destinata agli impianti localizzati nel Sud Italia (Puglia) della controllata Magneti Marelli, azienda che progetta e produce componenti e sistemi ad alto contenuto tecnologico per il settore automotive. C’è inoltre un dossier aperto, in fase di definizione al ministero dello Sviluppo economico, per arrivare a un protocollo d’intesa con Fca per lo sviluppo di nuove linee di ricerca in Italia. L’accordo, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore, coinvolgerà non soltanto il Piemonte ma anche centri ricerca e stabilimenti del Gruppo in altre regioni d’Italia, a cominciare da Campania, Abruzzo, come il polo di ricerca di Pomigliano.

Print Friendly, PDF & Email