Mezzogiorno verso la “clausola Ciampi”: più risorse dallo Stato

0
370
De Vincenti
De Vincenti

Dal Governo sono in arrivo ulteriori proposte emendative al decreto Mezzogiorno sulla semplificazione per l’attuazione delle politiche di coesione, con particolare riferimento al ruolo dell’Agenzia per la coesione territoriale e di Invitalia. Ad annunciarlo è stato il ministro del Mezzogiorno Claudio De Vincenti nel corso della seduta di ieri della commissione Bilancio alla Camera. Il Governo inoltre dovrebbe riformulare alcune proposte emendative all’articolo 7 sul G7 di Taormina, con tutta probabilità per venire incontro alla richiesta del presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, di deroghe al codice degli appalti più puntuali e circoscritte. Lo stesso De Vincenti ha annunciato una riformulazione anche dell’emendamento di Sinistra italiana per reintrodurre la cosiddetta clausola Ciampi per vincolare annualmente una parte delle risorse stanziate dallo Stato alle Regioni del Sud. Nel corso della seduta di ieri – come riportato da Public Policy – il numero maggiore degli emendamenti è stato approvato all’articolo 1 sull’Ilva, sui cui la commissione non dovrebbe tornare. Approvato qualche aggiustamento all’articolo 4 e un paio di aggiuntivi. Ritirati, come riportato ieri, il pacchetto di emendamenti su terremoto e maltempo in vista del decreto sui cui il Governo sta lavorando. Gli articoli 2 e 3 – su depurazione delle acque e Bagnoli – verranno affrontanti oggi insieme agli emendamenti depositati ieri dal Governo. A quanto si apprende non sono molti i subemendamenti presentati alle quattro proposte di modifica del Governo, su acque, Bagnoli, credito di imposta e beni confiscati alle mafie. Tra gli emendamenti accantonati ieri e che oggi dovranno essere votati, anche quello sul deposito di rifiuti radioattivi di Statte e sulle deroghe assunzionali nelle agenzie ambientali. Accantonato anche un emendamento Pd per aumentare il numero di Carabinieri ausiliari in servizio per interventi di sicurezza del territorio e di contrasto alla criminalità; e una proposta Cor per istituire zone franche nelle aree A e C della Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale, con relativa defiscalizzazione.

Print Friendly, PDF & Email