Appropriazione indebita, rinviata a giudizio consigliere comunale Matetich

0
648
Barbara Matetich

Il consigliere comunale di Avellino, Barbara Matetich, rinviata a giudizio. Il prossimo 3 maggio dovrà comparire davanti al giudice del tribunale del capoluogo irpino, per rispondere dell’accusa di appropriazione indebita. Con lei anche il marito, l’avvocato Carmine Ciccarone. La decisione è stata presa dal Gup, giudice per le indagini preliminari. Rinviate a giudizio anche altre tre persone. I fatti rientrano nell’inchiesta Acs, Avellino Città Servizi, che portò all’arresto di Amedeo Garbieli, l’amministratore delegato, cognato di Ciccarone e Matetich. I due, secondo l’accusa, avrebbero utilizzato per scopi personali la carta di credito dell’azienda.

Print Friendly, PDF & Email