Storie semplici di giovani resilienti: ecco Salvatore

0
591
Salvatore Napolitano

Quest’articolo si concretizza nella mia testa dopo aver scattato e successivamente pubblicato su Facebook  una foto del giovane amico Salvatore Napolitano, Trainer della palestra Blu Fit di Mercogliano in provincia di Avellino e vuole essere un piccolo tributo a tutti quei giovani resilienti che combattono la propria battaglia quotidiana senza lamentarsi e fermarsi mai. I ragazzi come Salvatore che si impegnano con entusiasmo  tra mille difficoltà a diventare “qualcuno” nella vita, mi ricordano il mio passato e quello di tutti coloro che ottengono, con grandi sacrifici familiari e personali, ciò che fortemente desiderano, facendosi letteralmente  in quattro per tenere in vita ed alimentare il proprio sogno. La foto in questione è quella che vedete in questa pagina, scattata per gioco, ritrae Salvatore mentre compila le schede degli esercizi ai clienti della palestra, buttando di tanto in tanto un’ occhio sul quaderno degli appunti universitari.  Salvatore è uno studente universitario inscritto a Scienze Motorie e sta preparando da giorni  il suo prossimo esame. Spesso ci siamo intrattenuti nello spogliatoio a parlare del più e del meno, dello studio, del suo lavoro in palestra come trainer e quello di cameriere di sala del fine settimana. Un ragazzo pieno di energia come tanti in Italia che merita rispetto, soprattutto perché non ho mai sentito uscire dalla sua bocca una parola negativa, una lamentela ma solo parole orientate ad un solo scopo, riuscire a realizzare i propri obiettivi, possibilmente senza pesare sul bilancio familiare. Il successo personale,  ingredienti principali: Scopo, Visione, Passione, Studio e Resilienza …

Salvatore parlami del tuo Scopo di vita.

Come tutti credo ho un sogno nel cassetto che spero di poter realizzare quanto prima. Fare il preparatore atletico in ambito sportivo, qualsiasi sia lo sport , anche se preferirei  lavorare nel mondo del calcio, che fin da piccolo ha rappresentato la mia grande passione. So che questo comporterà  tanti sacrifici, una buona dosa di fortuna ma ci voglio credere e sperare perchè “chi non spera nella vita inizia un po a morire” come dice Ligabue.

Quale è la tua Visione?

Credo che nella vita non esistano punti di arrivo … ogni arrivo deve rappresentare un punto di una nuova partenza. Bisogna essere forti, positivi e non abbattersi di fronte alla difficoltà che ci sono sempre e che ci devono essere perché sono quelle che ti formano e ti rendono forte, forgiando nel profondo il carattere.

Cosa rappresenta per te la parola Passione?

La passione per me ha un aspetto fondamentale, rappresenta tutto, ma non solo nel mio campo, in tutte le cose che faccio, dal cameriere al trainer, dando un calcio ad un pallone o studiando gli esami all’università. Senza passione non si arriva a nulla, non si raggiungono risultati e probabilmente si resta sempre nella mediocrità, senza riuscire a fare il cosiddetto salto di qualità.

Quanto pesa lo Studio e le competenze nell’espletamento della tua futura professione?

Oggi essere professionali, competenti, preparati è  caratteristica principale, nel fitness come nel mondo dello sport non si può improvvisare, ne va della salute dei clienti o degli atleti e lo studio, i corsi di aggiornamento che faccio ogni anno in giro per l’Italia ne testimoniano il tutto. Bisogna essere tecnici, conoscere il corpo umano in tutte le sue sfaccettature e cercare di far raggiungere ai clienti il massimo del risultato a partire ovviamente dalla loro propensione effettiva allo sport  e all’attività motoria.

Cosa significa per te la parola Resilienza?

La parola resilienza è  tutto … tutti nella vita abbiamo avuto esperienze difficili o traumatiche in tutti i campi, negli affetti, nelle amicizie che ci hanno segnato. Gli uomini, quelli veri, quelli che non si abbattono si siedono e aspettano che passi la tempesta, perché nella vita tutto passa, tutto ha un inizio e tutto una fine, sia nelle cose belle che in quelle brutte. La capacità di risalire dal fondo è  importante perché una volta risaliti si affronta tutto in maniera più razionale e consapevole.

Quanto è importante e fondamentale essere resilienti per il raggiungimento degli obiettivi?

Se la vita andasse sempre come vogliamo noi che vita sarebbe? Se alle prime difficoltà tutti mollassimo come vorremmo raggiungere gli obiettivi. Davanti a noi non c’è mai una strana spianata, ci sono fossi , buche , nelle quali vuoi o non vuoi ci imbattiamo ma gli uomini come dicevo prima si dimostrano tali se sono in grado di fronteggiare queste avversità. La forza non la trovi da nessuna parte nemmeno nelle persone care, la forza la trovi in te stesso.

La capacità di mettere a fuoco i veri obiettivi rappresenta un’eccellenza fondamentale, sei d’accordo?

Sono assolutamente d’accordo, obiettivi mirati e precisi, fare tante cose comporterebbe il non potersi applicare a pieno su di esse.

Perché cerchi costantemente la tua indipendenza economica?

Alla mi età, non si può più dipendere dai genitori, c’è bisogno assolutamente di indipendenza, spesso e volentieri viene detto NON C’E LAVORO”, non sono d’accordo io dico NON C’E VOLONTA’. Il lavoro sicuramente scarseggia  ma adattarsi a fare tutto non e da tutti. Sono almeno 3 anni che non conosco cosa significhi uscire di sabato sera, le feste principali come Natale, Pasqua, Ferragosto le passo quasi sempre a fare il cameriere, a volte sono stanco,  vorrei riposare ma non mi pesa, anzi so che sono sacrifici che mi permetteranno di raccogliere qualcosa in futuro e quindi va bene cosi.

Passiamo al tuo lavoro in palestra, quanto è importante riappropriarsi dei propri muscoli e del controllo del proprio corpo?

Fare sport è importante, sia per il corpo che alla mente, si scaricano preoccupazioni  e tensioni lavorative di una giornata. Lo stress non  fa bene al morale, un vecchio mister, quando giocavo a calcio, ci diceva sempre “nell’ora di allenamento lasciate qualsiasi forma di problema negli spogliatoi e divertitevi, ai guai ci pensiamo dopo” E’  perfettamente così, molte persone non fanno sport per pigrizia e questo è un difetto che bisogna correggere,  lo sport rallenta anche l’invecchiamento.

Parlami della relazione mente corpo …

La mente e il corpo non sono 2 cose distinte e separate, in passato sicuramente la mente aveva carattere predominante in quanto veniva considerata  il luogo dello sviluppo dei saperi ma poi con il tempo anche il corpo ha visto il riappropriarsi del suo status di sistema pensante . Forse negli ultimi anni si stanno raggiungendo eccessi, il corpo viene considerato la chiave per raggiungere il successo e un icona prevalente che si impone sulle altre caratteristiche psicologiche, queste cose vanno educate perché non e così di sicuro mente e corpo sono strettamente legati.

Che cosa è per te l’autostima?

Nel film “La ricerca della felicità” Will Smith in una scena dice al figlio “non permettere mai a nessuno di dirti che non sai fare questa o quella cosa”. L’ autostima x me e proprio questo, credere che nulla sia impossibile, criticare costruttivamente se stessi, cercare di capire se interpretiamo bene quello che facciamo e cercare di trovare le soluzioni se crediamo che non stiamo procedendo sulla strada giusta.

Consigli per i tuoi coetanei?

Potete raggiungere qualsiasi obiettivo se veramente lo desiderate, non smettete mai di credere in voi stessi e in quello che fate, ascoltate sempre il consiglio di tutti ma agite sempre di testa vostra, in base alle vostre sensazioni!

Print Friendly, PDF & Email