Fca, Alfa o Maserati per il futuro di Pomigliano

0
390
Fca
Fca

La Panda, come è ormai noto, andrà via da Pomigliano d’Arco. La domanda che ora circola con più insistenza è: cosa succederà nello stabilimento vicino Napoli. Ma, a quanto pare, il numero uno di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne, già ha svelato i progetti di riorganizzazione del gruppo. Nello stabilimento campano si produrrà l’Alfa Romeo o la Maserati. Si punta su una strategia di modelli premium. E dal salone dell’auto di Ginevra, il manager italo-canadese torna a parlare di scenari per il settore automobilistico, dopo la fusione tra Peugeot e Opel che potrebbe riaprire il risiko delle alleanze. Con General Motors che resta il partner ideale per Fca, anche se “altre porte” potrebbero aprirsi (come Volkswagen). Pomigliano, ha detto Marchionne, “è capace di fare vetture più complesse della Panda: l’abbiamo sviluppato per quell’obiettivo”. La prossima versione dell’utilitaria a marchio Fiat “andrà a finire altrove”, forse in Polonia, e questo trasferimento “arriverà intorno al 2019-2020. Sarà rimpiazzata da altre macchine, o Alfa o Maserati: nello stabilimento abbiamo investito molto, è chiaro che ci crediamo”. Il brand Alfa, in particolare, “ha un grande futuro”. Il gruppo si prepara così al contesto in rapida evoluzione dell’industria dell’auto, tra le nuove tecnologie ibride ed elettriche e le macchine a guida autonoma.

Print Friendly, PDF & Email