Industria 4.0 alla canna del gas

0
275
Investimento al palo a Vallata
Omi lavora anche con Airbus

Può sembrare un paradosso, ma al tempo di Industria 4.0 può ancora capitare di vedere sfumare un investimento per un problema di gas. A Vallata, lavori chiusi e completati a fine 2015, Aquilino Villano attende ancora il completamento dell’infrastruttura per la fornitura del metano ai due nuovi stabilimenti Omi. Dopo la chiusura del rapporto con la Sidigas, si attende la sottoscrizione della nuova convenzione.

La materia prima è fondamentale per accendere il nuovo ciclo di produzione destinato ad integrare le attività della casa madre di Lacedonia, Officine Meccaniche Irpine, leader nel settore dell’aerospazio da oltre 30 anni. Nell’area industriale del Calaggio sono impiegati circa 80 addetti che, secondo il contratto di sviluppo di circa 22 milioni firmato con la Regione per i nuovi investimenti a Vallata, potrebbero salire fino a 300. Non male per una provincia che vede scomparire ogni giorno posti di lavoro e opportunità per i giovani. Tutto gas permettendo naturalmente, ma anche internet, altro grande assente in questa zona della provincia.

Nei due opifici gemelli (della superficie di 7.500 metri quadrati ciascuno) non sono state ancora allacciate le utenze e a poco sono finora valsi l’impegno del sindaco di Vallata Giuseppe Leone e le due visite del sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano. In prima linea, come rimarcato anche dal presidente Vincenzo Boccia durante la sua recente visita in Irpinia, c’è anche Confindustria. “C’è interesse e grande attenzione per i nostri investimenti, ma fino ad oggi non è bastato. Stiamo sostenendo dei costi altissimi senza ancora essere partiti, e non so fino a quando potremmo reggere”, precisa Maria Grazia Villano, rappresentante della direzione aziendale.

L’azienda, in attesa del sospirato taglio del nastro, ha già provveduto al reclutamento di diversi profili professionali. “Abbiamo bisogno di personale qualificato, e ci siamo dovuti muovere con anticipo. E’ un altro costo che sosteniamo in attesa del via libera”. Omi è una realtà consolidata e di grande affidabilità che oggi, oltre alla partecipazione industriale ad importanti programmi velivolistici di Airbus, Boeing e Lockheed Martin, può vantare un reparto sperimentale per componenti e processi innovativi anche a supporto dell’aviazione generale. Il doppio investimento a Vallata completerebbe il ciclo introducendo nuove tecnologie sul compost e sul trattamento dei materiali. Gas permettendo, naturalmente.

Print Friendly, PDF & Email