“Vinitaly, finalmente Campania unita: esportazioni al top”

0
335

“Adesso ci presentiamo come Campania”. Vincenzo De Luca presenta la partecipazione della Regione al Vinitaly sottolineando l’unità di quest’anno. “Sarà un bell’evento per noi perché in passato ci eravamo presentati in maniera sparsa”. “Non abbiamo grandissime quantità ma abbiamo la quantità più alta di doc bianchi e siamo la regione che ha avuto il più alto incremento nel periodo 2006-2016 di esportazioni – dice De Luca -. Questo è un dato significativo dopo che la nostra immagine era stata sporcata dalla vicenda della Terra dei fuochi. Abbiamo cercato di dare un segno allo stand campano dando un po’ di luci d’artista agli stand. Sarà un bell’evento e un grande successo”. De Luca aggiunge che “abbiamo approvato finanziamenti per 16 Gal e abbiamo pensato ad un bando per altri 4. Per il Psr abbiamo accelerato sui pagamenti. Sulle 16mila domande ne abbiamo evase 12mila per 36-37 milioni di euro. Aiutiamo così le giovani imprese che fanno innovazione tecnologica”. “Una grande iniziativa preparata dalla scorsa estate. Il brand della Campania ha una storia millenaria. Il vino è un elemento di pregio del nostro territorio, dove abbiamo grandissimi vini. Sui treni diretti a Verona sarà servito vino campano” dice Andrea Prete, presidente di Unioncamere Campania. Dal canto proprio, Franco Alfieri, consigliere di De Luca per l’agricoltura, ricorda che “abbiamo iniziato a lavorare dopo il Vinitaly dello scorso anno perché per questa occasione il presidente De Luca ha chiesto di più. I nostri vini sono ambasciatori dei nostri territori”.

Print Friendly, PDF & Email