Uno yogurt per non emigrare. “Io, giovane irpino che crede nell’Irpinia”

0
208

L’Irpinia dei giovani che non emigra anche grazie al Movimento Cinque Stelle. Merito del microcredito: al via la prima attività avviata da un giovane irpino, Luigi Luciano, ventitreenne e con uno spiccato spirito imprenditoriale, che ha scelto di restare e di investire per creare sviluppo nella sua terra. Ecco “Yoog”, la prima yogurteria-creperia a Cinque Stelle ad Avellino, grazie al finanziamento ottenuto dal microcredito, il fondo istituito con i tagli degli stipendi dei portavoce del M5S. “Non finirò mai di ringraziare chi mi ha sostenuto in questo percorso per far sì che l’imprenditoria giovanile possa essere rilanciata in un momento così particolare per il commercio irpino. Dimostrerò che i giovani non mollano ma che con forza investono e vanno avanti a testa alta. È per me non solo un sostegno economico, avendo ricevuto ventimila euro di finanziamento, ma è soprattutto un sostegno morale e psicologico, visto che i tempi e le procedure di erogazione dei fondi statali sono talmente complessi, da far demoralizzare un giovane imprenditore”, dichiara emozionato il giovane Luigi Luciano.

Così il Microcredito lancia la sua sfida anche in Irpinia. Esempio e spiraglio di luce per i giovani che scelgono di mettersi in gioco nella propria terra, e impulso e motivo di orgoglio per chi crede nei sacrifici.

Non poteva mancare alla presentazione dell’avvio attività la presenza di chi ha contribuito personalmente alla realizzazione di un sogno di un giovane irpino, il portavoce del M5S Carlo Sibilia. “Questa è una della 4.500 attività avviate grazie alle erogazioni del microcredito del M5S, istituito per le piccole e medie imprese – cuore dell’economia italiana – e che ha, tra l’altro, creato circa 11.500 posti di lavoro. Questo mi emoziona molto perché ciò significa che i soldi della politica possono finalmente servire a rilanciare lo sviluppo di questa terra. In questa esperienza ho contribuito a dare forza a quanto promesso in campagna elettorale. Il   microcredito può essere richiesto e utilizzato in tutta Italia, anche da quei soggetti definiti non bancabili e ciò dimostra che diamo la possibilità a chiunque di cimentarsi in un’attività lavorativa e incentivare il piccolo commercio. Quindi alla vecchia politica contrapponiamo quella che è sempre presente e che interagisce direttamente con i cittadini. Fatti concreti e non chiacchiere politiche”.

 

Print Friendly, PDF & Email