Francesco Rodia, il nostro “Arcangelo Filippo”

0
1087
In piedi Francesco Rodia

“In ricordo di Agostino Della Gatta, essere speciale, salito in Paradiso per assisterci dall’alto”. Non poteva non cominciare con questa dedica il libro di Francesco Rodia. Perché Rodia, così come lo è stato Agostino Della Gatta, oltre che essere un uomo speciale, è un grande sognatore “concreto”. Sono fatti della stessa pasta, due irpini doc – anzi docg specifica Rodia – che non si arrendono, che credono nei sogni ma, sempre più spesso, mettono anche i piedi per terra. La terra irpina, in primis, of course. 175 pagine, ecco “L’incontro casuale con l’Arcangelo Filippo”, edizioni Il Papavero, che sarà presentato ufficialmente domani – sabato 6 maggio – alle 18, nel corso della Fiera del Libro di Manocalzati, in provincia di Avellino. “Quando la vita si distrae cadono gli uomini”, è scritto nella quarta di copertina, una copertina elegante, con il bianco ed il blu come colori dominanti. Una bella frase di Francesco Gabbani che racchiude un po’ l’essenza del testo e dello stesso Rodia, 48 anni ben portati, manager di Expert Italia – Gruppo Parente. Leggete come si presenta: “Sono un essere umano, un manager, un formatore e, soprattutto, un padre”. Sarà certamente bello averlo come padre, noi ci limitiamo, al momento, a godercelo anche come scrittore. “Il libro – spiega – racconta di più incontri casuali avuti con l’Arcangelo Filippo, Custode Universale della Consapevolezza Umana. Fin da bambino ho avuto un’attrazione particolare verso gli Angeli e quando Filippo si è manifestato per la prima volta nella mia essenza ho sentito forte l’esigenza di scrivere questo libro. E’ un condensato di esperienze personali vissute praticamente in oltre 30 anni di attività di “essere umano”, l’insieme di tante attività formative, l’incontro costante e continuo con tanti autori e formatori legati al mondo della crescita personale”. Come avvio, non male.

All’inizio della prefazione del libro, c’è un’altra frase che è un altro sunto del Francesco Rodia uomo, marito, padre, manager, amico. “Nel mondo c’è un linguaggio che tutti comprendono: è il linguaggio dell’entusiasmo, delle cose fatte con amore e con volontà”. Basta conoscerlo, Rodia, per comprendere subito che lui è questo, è l’entusiasmo in persona e la frase di Paolo Coelho gli calza a perfezione. La prefazione è curata dal dottore Michele Ciasullo il quale, tra le altre cose, scrive: “Il lavoro di Francesco può essere una grande occasione di sviluppo personale per molte persone”. Una sorta di testo formativo, insomma, il libro scritto da quest’uomo dalle origini contadine, nonno materno di San Michele di Serino, nato e cresciuto tra le castagne, i funghi. Proprio partendo da queste origini, Rodia ci descrive l’incontro con l’Arcangelo. “Il libro nasce con lo scopo di regalare ai miei figli, ai miei cari, ai miei collaboratori, ai miei allievi e ai lettori  spunti di riflessioni,  esperienze personali, abitudini e credenze funzionali che mi hanno fatto agire con consapevolezza e successo. I temi trattati sono tanti e tutti legati allo sviluppo personale. Parole come Resilienza, Successo Personale, Mind Set, Self Empowerment, Creatività, Consapevolezza, Empatia, Dono, Felicità, Implacabilità, Cambiamento, Visione, Abitudini e Credenze Potenzianti, Difesa Mentale, rappresentano in toto i contenuti.  Un mega corso di formazione gestito da un Arcangelo, Filippo, che costantemente mi accompagna nel mio quotidiano, manifestandosi nei vari pensatoi, i luoghi dove la mente lascia fuori il superfluo. Ognuno di noi ha un Filippo che lo protegge, lo assiste, lo consiglia”.

Un libro tra il passato, il presente e, soprattutto, il futuro. Un “viaggio” nell’immaginazione e nella creatività, ricco di emozioni, pronto ad elencare “gli assassini della creatività”, che si chiude con il manifesto del perdente e del vincitore. E con i doverosi ringraziamenti finali, a cominciare dai nonni e dai genitori, per finire con Paolo Pagliuca “guerriero di pace” e Donatella De Bartolomeis, “donna brillante e profonda che ha sempre creduto in questo libro”. Libro che “aiuta a risvegliare l’Arcangelo che è in noi, a riscoprirlo, a farlo sentire partecipe alle vicende umane. La natura ci ha dotato di strumenti potentissimi che per il 95% non utilizziamo per scarsa consapevolezza del nostro essere, Filippo aiuta a capirne i motivi, attraverso esempi, consigli concreti e ricette pratiche e operative”.

Print Friendly, PDF & Email