Banca Etruria, la telefonata di Delrio alla Bper

0
258
Graziano Delrio

Graziano Delrio, attuale ministro delle Infrastrutture, rivendica il suo interesse per la vicenda di Etruria, rivelato ieri da La Stampa. «Non ho nulla da nascondere. Mi sono occupato di Banca Etruria come mi sono occupato di Ilva, di Alitalia e tante altre crisi che rischiavano di avere impatti occupazionali, industriali o, come nel caso di Etruria, per i risparmiatori». Dunque, è stato lui a telefonare alla Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Bper, ex Banca Popolare dell’Irpinia (in Campania la Bper ha rilevata la BPI). Delrio all’epoca era il sottosegretario alla presidenza del consiglio e, in questa veste, il primo dell’anno del 2015 chiama Ettore Caselli, allora presidente della Popolare dell’Emilia Romagna, per chiedere informazioni sulla possibile acquisizione di Etruria da parte della banca che ha sede a Modena. La risposta fu che era stata esaminata ma Bper aveva deciso di non andare avanti. “Nessuna pressione, come del resto le ha già detto Caselli, ma una semplice richiesta d’informazioni. Come ho già spiegato il sottosegretario alla presidenza ha un ruolo di accompagnamento dei ministri competenti. Ho fatto quella telefonata come ne ho fatte tante altri per altri casi di crisi”.

Print Friendly, PDF & Email