Cinque Stelle, marcia per il reddito cittadinanza. “Le risorse ci sono”/VIDEO

0
367

Perugia-Assisi: 19 km per il reddito di cittadinanza. Il Movimento Cinque Stelle in marcia per raggiungere uno dei massimi traguardi prefissati, quello di far ripartire i consumi e sostenere le fasce di cittadini più deboli.

Dal blog di Beppe Grillo l’annuncio della seconda edizione della marcia Perugia-Assisi prevista per sabato 20 maggio, con partenza da Perugia dalle ore 11.30, Basilica di San Pietro – Giardini del Frontone ed arrivo ad Assisi alle ore 17.30, Basilica Santa Maria degli Angeli. Un appuntamento importante: una marcia di 19 km per dare voce a chi vuole una vita dignitosa, un’opportunità di lavoro e di rilancio dell’economia relativamente alle piccole e medie imprese. Alla marcia saranno presenti Beppe Grillo, i portavoce M5S, le associazioni e tutti coloro che chiedono un’Italia più giusta e civile, al pari degli altri Paesi europei.

“Puntiamo sul reddito di cittadinanza perché è una vera e propria manovra economica – spiega Carlo Sibilia, portavoce in Parlamento del Movimento Cinque Stelle -.Un aumento della soglia generale di reddito di 780 euro al mese per tutti, per gli anziani, per le famiglie, e nessuno potrà scendere al di sotto della soglia mensile prevista. Quindi questo vuol dire dare un nuovo impulso all’economia. Per noi il reddito di cittadinanza è lotta alla povertà e manovra economica. L’attuale legislatura ha regalato 70 miliardi di euro alle banche, mentre noi M5S abbiamo previsto circa 15 miliardi per l’erogazione del reddito di cittadinanza, e l’Istat ci dà ragione. Li prenderemo dagli sprechi di questo Stato, dai grandi stipendi, dalle pensioni d’oro, dagli sprechi delle pubbliche amministrazioni, dalle truffe in eccesso, fatte ad esempio tramite Consip, dai privilegi dei politici che noi finalmente riusciremo ad abolire. I soldi ci sono, basterebbe spenderli bene e usarli nella maniera giusta”.

Il servizio di LabTv

E dalle dichiarazioni di Beppe Grillo sul blog si comprende chiaramente quanto sia prioritaria la battaglia del Movimento Cinque Stelle affinché in Italia sia istituito un reddito di cittadinanza. Da sempre il M5S afferma con forza che il reddito di cittadinanza è la risposta per sostenere quei 17 milioni circa di persone a rischio povertà in Italia. Così come ha sempre sostenuto a gran voce che “le risorse ci sono. E nessuno deve rimanere indietro”. Si parla di 15 miliardi per il primo anno e di 2 miliardi per riformare il sistema dei Centri per l’impiego, tagliando prima di tutto gli sprechi per raggiungere la copertura necessaria. Il reddito di cittadinanza è già una realtà in alcuni Comuni amministrati dal M5S: Livorno, Pomezia, Castelfidardo e Ragusa, le città che per prime hanno avviato la sperimentazione e che già vedono i primi risultati positivi, con una netta diminuzione di famiglie bisognose.

Print Friendly, PDF & Email