“Vanity Fair” esalta la magia dell’Irpinia

0
599
Irpinia poco attrattiva

“Da Brindisi a Napoli ce n’è di Sud Italia. E nell’esatto mezzo si trova una terra inaspettata: qui, tutto si chiama Irpinia. Dalle colline bionde di grano alle Valli dell’Ofanto e del Calore, fino alle teorie di monti dell’Appennino campano”. Così la nota rivista Vanity Fair racconta l’Irpinia, esaltandone il fascino di una terra dalla natura selvaggia che incanta gli occhi di chiunque la esplori. “Un Sud autentico, verace, lontano dallo stereotipo turistico. Qui tutto ha natura forte – si legge – che incolla gli occhi sul paesaggio e rallenta l’andare o, meglio, incuriosisce e invita a veri e propri fuori rotta. Qui, tutto è immutato. Assolutamente intatto”.

È la terra dei Lupi. “Un territorio antichissimo zeppo di ombrosi boschi tra i quali vivevano i fieri Hirpini che proprio alle legioni dell’impero diedero filo da torcere. Di lupi ce ne sono ancora tra le rughe dei Picentini che sono montagne selvagge con in grembo canyon, forre, sorgenti, torrenti, cascate, tante e numerosissime grotte, caverne e voragini che come un gruviera roccioso tarlano l’intero massiccio rendendolo una delle realtà speleocarsiche più note dell’intero Mezzogiorno”, prosegue Vanity Fair, dedicando all’Irpinia un lungo e profondo reportage. Foreste antiche, paesi incantati, canyon, cascate. Ma anche una terra “che riserva dolci sorprese: b&b accoglienti, gastronomia straordinaria, panorami poetici”, la definisce il giornalista di Vanity Fair, Carlos Solito.

“Un unicum paesaggistico protetto da un parco naturale regionale che si estende per oltre 62mila ettari con fittissimi boschi a perdita d’occhio. Capeggiata, qua e là, dalle cime dell’Accellica, del Terminio, del Polveracchio, del Cervialto e dei monti Mai e Pollaro, l’Irpinia è anche tutt’altro con vigneti, castagneti, borghi medievali, monumenti sui quali leggere millenni di storia. Dopo il gran movimento legato alle raffinate produzioni vinicole di Taurasi, Greco e Fiano l’area sta conoscendo un turismo affezionato al fascino della wilderness e al buon cibo”. Così la verde Irpinia, che con i suoi seducenti paesaggi, spesso ancora da esplorare e scoprire, e con la sua ricchezza naturale, culturale e storica, conquista e cattura sempre più. Sfondo ideale per chi vorrebbe trascorrere delle giornate alla scoperta di una terra tanto fascinosa e inaspettata quanto coinvolgente, in compagnia di genuinità, ospitalità, eccellente vino e ottimi prodotti tipici.

Print Friendly, PDF & Email