Un campano alla guida della Rai

0
429

Un campano alla guida della Rai. Il nuovo direttore generale, infatti, è Mario Orfeo, attuale direttore del Tg1. Classe ’66, è nato a Napoli. A indicarlo è stato il consiglio di amministrazione della società, che ha poi votato la nomina ufficialmente, dopo l’intesa con i soci riuniti in assemblea totalitaria. L’articolo 29 dello statuto della Tv pubblica che regola la procedura per la nomina del dg prevede infatti proprio questo doppio passaggio: designazione da parte del cda, passaggio all’assemblea totalitaria di soci Rai (cda, sindaci e soci che sono il Mef con il 99,56% e la Siae lo 0,44%) per valutare la proposta del Cda e decidere se accoglierla o meno e ritorno sul tavolo dei consiglieri Rai che a quel punto votano e deliberano.

In cda sono stati sette i voti favorevoli, compreso quello della presidente Monica Maggioni, con contrario solo Carlo Freccero. La designazione di Orfeo era stata anticipata in mattinata, prima dell’ufficializzazione, da un tweet di Maurizio Gasparri: «Orfeo nuovo direttore generale della Rai». Certo, come poi avvenuto anche nel corso della votazione finale da parte dei consiglieri, non c’è stata unanimità sulla designazione dell’attuale direttore del Tg1, con il consigliere Carlo Freccero che si era espresso contro, proponendosi lui stesso come dg e chiedendo un’audizione pubblica in Vigilanza per verificare chi è più competente.

Classe ’66, già giornalista a Repubblica e direttore del Mattino tra il 2002 e il 2009, Orfeo è stato direttore del Tg2 dal 2009 al 2011, e guida il Tg1 dal dicembre 2012, dopo essere stato per quasi due anni direttore del Messaggero. Sostituirà Antonio Campo Dall’Orto, dimessosi il 26 maggio scorso.

Print Friendly, PDF & Email