Il dilemma dei genitori: centri estivi un “salasso” (624 euro al mese)

0
233

Il dilemma dei genitori: centri estivi un “salasso” (624 euro al mese). Finita la scuola, arriva la necessità di far trascorrere le vacanze (o almeno parte di esse) in città ai propri figli. E di conseguenza ecco la ‘stangata’: i centri estivi sono arrivati a costare cifre proibitive per molte famiglie e cioè fino a 624,00 Euro al mese a bambino nelle strutture private e 304,00 Euro in quelle pubbliche.

Secondo un’indagine dell’Osservatorio sulle Famiglie di Federconsumatori il costo medio settimanale è pari a 156,00 euro per un centro estivo in una struttura privata (-1% rispetto al 2016). Il costo scende fino a 95,00 euro (+0,14% rispetto al 2016) laddove invece i bimbi e i ragazzi frequentino il centro estivo solo mezza giornata (fino alle ore 14:00). Bisogna considerare, inoltre, la variabile relativa al pranzo al sacco (a carico delle famiglie) oppure in mensa: qualora la famiglia provveda al pranzo al sacco ed alla merenda da casa, il costo della giornata si riduce a 75,00 euro a bambino.

Per quanto riguarda, invece, il prezzo rilevato per i centri estivi organizzati in strutture pubbliche, il costo si aggira intorno ai 50,00 Euro per metà giornata (+0,09% rispetto al 2016), e agli 76,00 Euro per il tempo pieno (+15% rispetto al 2016). La differenza riscontrata tra pubblico e privato è dovuta a diversi fattori: oltre alle strutture che ospitano i bambini (che per i centri estivi pubblici sono perlopiù istituti scolastici) il costo varia notevolmente anche in base alla tipologia delle attività ludiche e socio-educative svolte.

Print Friendly, PDF & Email