Canalarte brinda ai suoi primi 20 anni con l’acqua (ottima) di Serino

0
441

Canalarte brinda ai suoi primi 20 anni con l’acqua di Serino. Diversi ed importanti messaggi lanciati nel corso della presentazione della ventesima edizione del festival di artisti di strada, musica popolare, artigianato, folklore e gastronomia in programma, come ogni anno, nello scenario mozzafiato dei vicoli e delle stradine di uno dei borghi più belli del Sud Italia: Canale di Serino. La presentazione della kermesse, infatti, è anche l’occasione, sia per il sindaco Vito Pelosi che per l’assessore al Turismo Marcello Rocco, di smentire voci circolate in queste ore, che parlavano di problemi per l’acqua di Serino. “La nostra acqua è buona, non c’è nessun problema”, afferma il primo cittadino. Rocco rilancia: “Stiamo ragionando sulla creazione di un brand: Serino città dell’acqua. Il nostro bacino idrico è il terzo più grande ed importante d’Europa, una ricchezza che nessuno può e vuole sprecare”.

piueconomia-canalarte

Dunque, già partenza con il botto per “Canalarte”. A Serino si preannunciano tre giorni (14, 15 e 16 luglio) di autentico divertimento. “Ogni luogo sarà scenario e il cielo tetto dell’evento”, sottolineano Laura Rocco, presidente dell’associazione Canalarte e direttore artistico dell’evento, e Franca Filarmonico, direttore artistico e vicepresidente dell’associazione. “Artisti di strada, commedianti, musici saltimbanchi, fuoco e fiamme, in un teatro che ha come tetto il cielo. Uno splendido teatro all’aperto, un grande e coinvolgente teatro all’aperto. E quest’anno, in occasione delle venti candeline, c’è anche un messaggio speciale: “Dedicato a chi pensava che sapessimo volare”. E’ l’anno dei ringraziamenti – spiega Laura Rocco -. Un grazie a chi ha creduto in noi fin dall’inizio. E grazie soprattutto a un gruppo di appassionati che hanno un forte senso dell’appartenenza”.

piueconomia-canalarte1piueconomia-canalarte

 

 

 

 

Ogni sera si esibiranno trenta artisti diversi. Ci saranno dodici stand enogastronomici, grazie alla collaborazione con l’Unione regionale cuochi della Campania presieduta da Luigi Vitiello, più di 50 botteghe artigianali. Previsto anche il ritorno del noto artista Carlos Atoche, il quale realizzerà un murales al centro del paese chiamato “l’estasi di Santa Foresta”. C’è poi un fuori programma già molto atteso e che si preannuncia eccezionale: “Non cambiate canale-una radio fa”, condotto da Carmine Losco, Ottavio Giordano e Luca Preziosi che festeggeranno i loro 30 anni di radio con un revival della migliore musica anni ’70, ’80 e ’90. Il “botto” finale sarà esploso il 16 luglio, alle 24, con festa “Canalarte 20”: tutti in piazza con torta spumante e meraviglie d’artista.

Print Friendly, PDF & Email