Fisco, da 1 luglio notifiche cartelle e atti via pec

0
326
fisco

Dal prossimo 1 luglio le notifiche degli avvisi e degli altri atti fiscali destinati alle imprese, società e professionisti in qualità di contribuenti possono essere notificati via posta elettronica certificata (PEC), agli indirizzi presenti nell’archivio nazionale INI-PEC. Per quanto riguarda i privati, per i quali non è obbligatorio esser muniti di indirizzo PEC, questo tipo di notifica avverrà solo dietro espressa richiesta. Lo ha previsto il decreto fiscale di ottobre 2016 che ha anche aggiornato le normative specifiche relative alle cartelle esattoriali, che già dal giugno 2016 venivano notificate via PEC a chi ne faceva richiesta e alle imprese (come obbligo che dall’1 luglio diventa facoltà). La novità, spiega l’Aduc, “riguarda l’Agenzia delle entrate ed è rilevante, tenuto conto che dall’1 luglio uno specifico ufficio della stessa (Agenzia delle entrate-riscossione) si occuperà della riscossione al posto di Equitalia. Tuttavia l’applicazione si estende a tutte le notifiche che riguardano atti tributari fatte in riferimento alle normative di riscossione modificate”.

Print Friendly, PDF & Email