I contratti di sviluppo rilanciano la Campania

0
260
Ema in pole position

I contratti di sviluppo rimettono in carreggiata la Campania. Seda, Ipi e Imbalplast investiranno 60 milioni tra Frattamaggiore e Arzano per un programma denominato “Bu.ild4.Our future”. La firma dell’accordo di sviluppo delle tre aziende del settore cartotecnico con il Mise e Invitalia è solo l’ultima della serie.

Dal 2011 a oggi, si legge su “Il Sole 24 Ore”, per la Campania ne sono stati finanziati – secondo l’ultimo report di Invitalia – 41 per 1,3 miliardi di investimento. A questi si aggiungono 40 in attesa di selezione che potrebbero attivare investimenti per un miliardo circa. La Campania ha inoltre aggiunto alla dote nazionale di 235 milioni un cofinanziamento di 150 milioni.

In Irpinia Poema, rete di imprese sorta a Morra De Santis intorno ad Ema, industria di microfusioni controllata da Rolls Royce, del piano da 36 milioni di un anno fa ha realizzato il 70% con una ricaduta positiva sulla capacità produttiva cresciuta del 20% circa. A Benevento, giusto per fare un altro esempio in zona, la Nestlè sta creando un “hub internazionale” per la produzione della pizza.

Print Friendly, PDF & Email