200 milioni per le imprese sociali: domande dal 7 novembre

0
290

200 milioni per le imprese sociali. Il regime di aiuto a sostegno della crescita e sviluppo delle imprese operanti nell’ambito dell’economia sociale è in dirittura d’arrivo. “Con la firma della Convenzione tra Ministero dello Sviluppo Economico, ABI e Cassa Depositi e Prestiti si giunge al termine dell’iter legislativo che ha portato allo stanziamento di 200 milioni di euro destinati a sostenere i soggetti che operano nell’economia sociale” dichiara il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro Luigi Bobba, che prosegue:“Nel concreto la misura, frutto di un concerto tra MISE, Ministero dell’Economia e Ministero del Lavoro, prevede la concessione di un finanziamento agevolato – al quale deve esserne associato uno bancario di pari durata- per la realizzazione di programmi di investimento che presentino spese ammissibili comprese tra i 200 mila e i 10 milioni di euro. Il finanziamento complessivo del progetto, che copre l’80% delle spese ammissibili, si compone nella misura del 30% dal finanziamento bancario e per il 70% dal finanziamento agevolato che beneficia di un regime fiscale favorevole con un tasso di interesse dello 0,50% e restituzione del capitale in 15 anni”.

“Accanto a questo” continua il Sottosegretario “con apposito Decreto, abbiamo stanziato ulteriori 23 milioni di euro per la concessione di un contributo a fondo perduto per le imprese – con programmi di investimento inferiori a 3 milioni di euro e nei limiti del 5% delle spese ammissibili complessive – che hanno accesso al finanziamento agevolato. Se una cooperativa, o impresa sociale richiederà, ad esempio, 200mila euro, potrà avere fino a 10mila per accompagnare, a fondo perduto, il relativo progetto”.

La Convenzione – prevista dall’art 8 del decreto 3 luglio 2015 – oltre a regolare gli impegni della banca finanziatrice, del Ministero dello Sviluppo Economico, di ABI e Cassa Depositi e Prestiti definisce i criteri di adesione per le banche finanziatrici nonché le caratteristiche del contratto di finanziamento e le modalità di erogazione del contributo monetario a favore dei soggetti richiedenti.

Le domande per l’accesso al contributo potranno essere presentate dal 7 novembre prossimo.

Print Friendly, PDF & Email