Concerto D’Alessio: il caso in consiglio comunale

0
439
Polemiche a Pratola Serra
Gigi D'Alessio

Chi ha pagato Gigi D’Alessio? E, soprattutto, quanto è costato il concerto dello scorso 4 settembre a Pratola Serra? Il caso, nonostante le polemiche e le parole pronunciate dallo stesso cantautore napoletano dal palco del paese irpino, resta un rebus. Anche per questo il gruppo consiliare “Siamo Pratola Serra” ha presentato richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio Comunale.

“Chi ha pagato Gigi D’Alessio resta un vero e proprio enigma. Troppe le contraddizioni in questa vicenda. Gli sponsor, che appaiono e scompaiono in base alle altalenanti dichiarazioni del sindaco, il quale, prima afferma che ci sono, ma poi diffida i giornalisti affermando il contrario. Successivamente però non smentisce Gigi D’Alessio, che dal palco annuncia 42 sponsor a costo zero per le casse comunali e infine dichiara che ci sono soldi provenienti dalla Regione Campania”, si legge nella nota.

Secondo il gruppo di opposizione “60mila euro euro sarebbero stati comunque imputati ai capitoli di spesa delle casse comunali. Trentamila verrebbero rimborsati dal Comune di Lapio. Sarà vero?”, si chiede ancora “Siamo Pratola Serra”.

Lapio è il comune capofila di un progetto approvato dalla Regione Campania per la promozione turistico-culturale di itinerari tematici sui luoghi d’arte, le bellezze naturalistiche e paesaggistiche, le tradizioni e i prodotti tipici. Pratola Serra e il concerto di Gigi D’Alessio si dovrebbero insomma inserire in questo filone. “In alcuni articoli di stampa, per Pratola Serra, veniva annunciato il “fascino misterioso dei suoi Dolmen”. Monumenti ben lontani dalla piana che ha ospitato il concerto”, si legge ancora nella nota del gruppo consiliare.

E Lapio? Dal Comune per ora non trapela nulla di ufficiale. Il progetto non dovrebbe in ogni caso prevedere nel cast artistico Gigi D’Alessio, così come nessuna determina di affidamento sarebbe stata fatta dal Comune di Lapio, l’unico beneficiario del finanziamento. Sarà vero? Il consiglio straordinario, se ci sarà, dovrà fare luce anche su questo.

 

Print Friendly, PDF & Email