Avitabile canta per la Madonna di Montevergine con l’irpina Simona Manzo

0
505

Avitabile canta per la Madonna di Montevergine con l’irpina Simona Manzo. E ci sarà anche il servizio navetta in occasione del concerto in programma giovedì 14 settembre al Santuario di Montevergine. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del Festival Internazionale di Musica Etnica Sentieri Mediterranei con Eventi in Abbazia organizzato dal Comune di Summonte in sinergia con la Comunità Benedettina di Montevergine a valere sul POC Campania 2014/2020 Regione Campania.

La navetta stazionerà alle ore 18.30 in piazza Mercato ad Ospedaletto d’Alpinolo per poi partire alla volta del Santuario ed accompagnare i turisti al concerto in chiesa di Avitabile. Coloro i quali sono interessati a fruire del servizio navetta, per il quale è previsto un piccolo contributo di circa 3 euro, dovranno recarsi in Piazza Mercato ad Ospedaletto. E’ possibile anche effettuare la prenotazione chiamando la signora Mafalda Pellino al 366/2555484.

Ecco la scheda dello spettacolo che sarà eseguito al Santuario dal M° Avitabile:

SUITE DELL’ANIMA

  • Voce, Strumenti a corde e Orchestra d’archi•

La Suite dell’anima nasce e si sviluppa come opera sinfonica unica e particolare, nella sua forma originale, oltre ogni definizione. Una suite che s’ispira alle grandi opere del passato ma si muove liberamente in quanto a forma e contenuti. Un inno alla vita, in un mondo che da sempre vive ai margini della storia. Un mondo, diseredato nella lotta tra il bene e il male, la vita e la morte. Una salita dura e faticosa ma al contempo consapevole che la speranza e la volontà può raggiungere le vette più alte, partendo dalle radici più profonde dell’anima. Un’aspirazione Everest che va dalle periferie di Napoli a quelle di tutto il mondo, passando dalla montagna sacra di Montevergine alle vette dell’Himalaya. L’opera si sviluppa con la parola e il suono, il gesto e la danza, atmosfere musicali minimali e pieni orchestrali con soli di danza che interpretano il momento emotivo… La voce, guida i singoli episodi alla ricerca di momenti intensi e coinvolgenti, dove la musica diventa parola. I brani sono tratti da altre mie opere, ispirate ai temi del disagio e della sofferenza. I movimenti, accompagnati dalla pentarpa e dalla chitarra classica, scandiscono la solennità dei momenti, mentre l’orchestra riesce a creare un effetto sonoro di grande descrizione dei fatti. Una suite per tutte le anime vaganti, migranti emigranti che in questo loro “passaggio da uomo” sono alla ricerca di una terra di nessuno, dove gli uomini parlano attraverso il cuore. (Enzo Avitabile)

Enzo Avitabile Vox – pentarpa e saxello

Gianluigi Di Fenza – chitarra classica

Simona Manzo – danza e coreografia

Direttore d’orchestra – Gabriele Di Iorio

Orchestra d’archi – Nova Amadeus

Dopo lo spettacolo del 14 al Santuario di Montevergine si aprirà la tre giorni dedicata alla musica etnica in programma a Summonte dal 15 al 17 settembre nel grazioso borgo di Summonte. Il 15 ci sarà in piazza De Vito Lina Sastri, il 16 Aziz Samhaoui e il 17 Bombino.

Print Friendly, PDF & Email