Nestlé, Benevento nel futuro: 350 pizze al minuto e 150 nuovi posti di lavoro

0
351

Nestlé, Benevento nel futuro: 350 pizze al minuto e 150 nuovi posti di lavoro. Lo stabilimento Buitoni ha già cominciato a produrre, quello stabilimento che Nestlé sta trasformando in un hub internazionale della pizza surgelata, per portare questa eccellenza italiana sui mercati europei e non solo.

L’annuncio nel corso della giornata che Nestlé ha voluto realizzare a Benevento per presentare alle istituzioni e alla città lo stato di avanzamento del progetto Buitoni, sostenuto da un investimento di oltre 50 milioni di euro, con il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico – attraverso Invitalia – e di Regione Campania.

Il progetto prevede tre linee di produzione, le migliori tecnologie oggi disponibili, magazzini a temperatura controllata, nuovo layout lineare, circa 150 posti di lavoro aggiuntivi previsti entro il 2020 quando lo stabilimento sarà a regime, per una fabbrica 4.0 che potrà produrre fino a 350 pizze al minuto.

Come ha sottolineato Leo Wencel, capo Mercato Gruppo Nestlé Italia, «la pizza nasce qui, in Campania, e la nostra ambizione è avere qui il punto di eccellenza della produzione di pizza surgelata, per portarla da Benevento in Europa e anche oltre. Perché Nestlé crede nell’Italia e ha un grande piano di valorizzazione del made in Italy. Siamo orgogliosi di aver investito sull’Italia oltre 200 milioni nel triennio. Lo stabilimento Buitoni è parte integrante di questo piano».

«Un’eccellenza italiana che fa onore al Paese nel mondo – ha sottolineato il ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio de Vincenti – e che impiega le migliori tecnologie a sostegno di una diffusione sempre più capillare del buon cibo italiano, del quale la pizza è portabandiera e ambasciatrice. Con questo impianto a Benevento (il prodotto giusto nel posto giusto), Nestlé conferma che il Sud è terra per investimenti importanti come ulteriore occasione di crescita e di opportunità occupazionali.  Esattamente il tipo di sviluppo che il Governo è impegnato a promuovere e sostenere».

«L’investimento di Benevento – ha aggiunto l’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, – è la conferma dell’efficacia dei Contratti di Sviluppo per favorire la crescita del Mezzogiorno e l’attrazione di investimenti dall’estero. Grazie alla possibilità di sostenere il rinnovamento delle linee produttive con sistemi di finanziamento efficaci e trasparenti, l’incentivo gestito da Invitalia diventa un modello concreto di trasformazione industriale e di creazione di nuova occupazione, confermando la scelta virtuosa della collaborazione tra istituzioni».

Print Friendly, PDF & Email