In Irpinia la Fca finanzia il concerto (delle polemiche) di Gigi D’Alessio

0
534
Lo stabilimento Fca

Il “caso” Gigi D’Alessio approda in consiglio comunale. Su richiesta del gruppo consiliare “SiAmo Pratola Serra”, davanti ad un folto pubblico di cittadini, il sindaco Aufiero ha preso la parola ed ha confermato, grosso modo, quanto già detto il giorno dopo il concerto del famoso cantante italiano. “Al Comune l’evento non è costato nulla – ha ribadito il primo cittadino -. Siamo riusciti a portare un grosso nome della musica leggera italiana grazie agli sponsor privati ed ai finanziamenti della Regione Campania. La sera stessa del concerto, i nomi degli sponsor si potevano tranquillamente leggere sul grosso maxischermo allestito. Tra i privati che ci hanno voluto sostenere, c’è anche la Fca, che dimostra così, ancora una volta, la propria vicinanza al territorio”.

“Mi meraviglio – ha aggiunto ancora il sindaco – del tanto clamore. Noi abbiamo soltanto confermato una cosa che facciamo da più di dieci anni, da quando, cioè, tutti insieme, abbiamo deciso di portare grossi nomi a Pratola Serra per la valorizzazione del nostro comune. Mi riferisco a personaggi come Mannoia, De Gregori, Venditti. Da 10 anni la festa patronale è un grande evento. Anche nel 2012 l’opposizione polemizzò sulle spese del concerto di Venditti. Le indagini furono archiviate, questo dunque vuol dire che la procedura è giusta”. L’opposizione, comunque, sembra non del tutto convinta ed è pronta a continuare nella sua battaglia.

Print Friendly, PDF & Email