Tartufi, prezzi alle stelle: annata difficile

0
862

Tartufi, prezzi alle stelle: annata difficile, segnata da una estate caldissima e senza piogge. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base degli andamenti della borsa del tartufo bianco di Alba e Acqualagna. Il tartufo bianco, infatti, viene quotato quest’anno in apertura della stagione su valori fino ai 350 euro all’etto in una annata difficile con l’estate caldissima e precipitazioni praticamente assenti. “Anche se per le precipitazioni si spera nelle prossime settimane, a far innalzare il prezzo sono state le condizioni climatiche non favorevoli perché’ il Tuber magnatum Pico – sottolinea la Coldiretti – si sviluppa in terreni che devono restare freschi e umidi sia nelle fasi di germinazione che in quella di maturazione”.

Il business che gira intorno al tartufo d’altra parte è sostanzioso: in Italia sono circa 200.000 i raccoglitori ufficiali che riforniscono negozi e ristoranti, per un giro d’affare stimato attorno al mezzo miliardo di euro, tra fresco e trasformato. Resta comunque, avverte ancora Coldiretti, il rischio dell’inganno con la vendita di importazioni low cost spacciate per italiane.

Per questo Coldiretti invita a verificare l’indicazione il luogo di raccolta o coltivazione, dell’origine in etichetta o su appositi cartellini che deve essere riportato obbligatoriamente da quest’anno anche per quei prodotti esentati dal rispetto della norma di commercializzazione generale, come tartufi e funghi spontanei. Dal Piemonte alle Marche, dalla Toscana all’Umbria, dall’Abruzzo al Molise, ma anche nel Lazio e in Calabria sono numerosi i territori battuti dai ricercatori.

Print Friendly, PDF & Email