AVELLINO / Ispettori del Ministero in Comune non solo per i conti: indagine lunga e laboriosa

0
243

Ispettori dei Ministero al Comune di Avellino non solo per i bilanci. Sotto la lente di ingrandimento del Mef (Economia e Finanze), infatti, ci sono diversi aspetti. Una sorta di verifica a 360° che potrebbe prolungarsi anche per diversi mesi, si parla addirittura di sei mesi. Gli ispettori stanno acquisendo una fitta documentazione: dal bilancio al personale dell’ente, passando per le Partecipate e i debiti fuori bilancio. Insomma, un lavoro particolarmente oneroso.

Si dice molto tranquilla l’assessore al Bilancio, nonché vicesindaco di Avellino, Maria Elena Iaverone: “Lo stesso tipo di ispezione fu effettuata già nel 2012, quando in carica non c’era quest’amministrazione. E’ un atto che è una garanzia soprattutto per la parte politica del Comune. Si tratta di verifiche sugli atti gestionali, noi, dal canto nostro, diamo gli indirizzi politici. Sono molto fiduciosa, credo che i conti saranno trovati in ordine, almeno questo è il mio auspicio”. Di diverso avviso, ovviamente, Dino Preziosi, consigliere comunale di opposizione, da sempre molto “battagliero” proprio sulla questione bilancio. “Non è una verifica di routine, quindi sull’argomento non sarei così tranquillo”, afferma. “Faccio un esempio su tutti: il personale. Bene, il Comune di Avellino, essendo un ente strutturalmente deficitario, non avrebbe potuto assumere personale. Ripeto, se fossi nei panni degli amministratori, non dormirei sonni tranquilli”.

Print Friendly, PDF & Email