Contratti non rinnovati e riforma a metà: gli ispettori del lavoro sotto la Prefettura

0
916
Ispettori del lavoro in sit in

Ispettorato del Lavoro; scatta la protesta. Stamane presidio sotto la prefettura. Contratti non rinnovati, riforma a costo zero: una delegazione di Cgil, Cisl, Uil e sindacato autonomo ha consegnato stamane nelle mani del prefetto Maria Tirone un volantino con i punti chiave di una protesta nazionale che punta il dito contro i governi che, nel corso degli anni, “hanno progressivamente depotenziato le funzioni degli uffici dislocati sul territorio”.

La vertenza irpina interessa oltre 80 unità, di cui 35 ispettori tecnici. La riforma avrebbe dovuto prevedere l’accorpamento dei servizi ispettivi del Ministero del Lavoro, dell’Inps e dell’Inail per evitare duplicazioni nelle ispezioni. Una riorganizzazione rimasta a metà e che ha finito con il penalizzare economicamente soprattutto gli ispettori, coloro cioè che, con il loro lavoro quotidiano sul territorio, dovrebbe garantire il rispetto della normativa sul lavoro e sulla sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email