Sanità, in Irpinia tutti contro la Morgante (Asl)

0
429

Il riassetto dei presidi ospedalieri disegnato dall’azienda sanitaria di via degli Imbimbo non piace a nessuno e stamane il nuovo comitato dei sindaci lo ha ribadito a gran voce. Al Comune di Avellino, nella stanza del presidente dell’organismo, ovvero il sindaco Paolo Foti, si sono riuniti Domenico Gambacorta, Michele Vignola, Rosanna Repole e Marcello Arminio. L’ultimo ad arrivare il sindaco di Ariano Irpino, nonché Presidente della Provincia di Avellino, apparso in buona forma dopo il malore di circa due settimane fa. Il comitato dei sindaci è pronto a fare comune contro l’atto aziendale dell’Asl. “Un atto meramente burocratico”, ha chiosato Foti. L’organismo punta ad emendare l’atto aziendale dell’Asl con i suggerimenti emersi nel corso del consiglio provinciale lo scorso 3 novembre. “Abbiamo inteso condividere in toto il documento – conferma Foti – che mette in evidenza una serie di criticità e deficienze dell’atto aziendale dell’Asl, peraltro bocciato in due occasioni dalla Regione”.

La posizione del comitato sarà condivisa da tutti gli altri sindaci in assemblea, il prossimo 11 e 12 dicembre. “Nel frattempo – aggiunge Foti – convocherò il direttore generale dell’Asl per un confronto. Suggerisco alla dottoressa Morganite di aprirsi al dialogo con i sindaci, che sono portatori di esigenze dei territori e conoscono deficienze e criticità dei territori. Con le esigenze della sanità non si può essere portatori di burocrazia – avverte – come se l’atto aziendale andasse fatto a prescindere e comunque”.

Print Friendly, PDF & Email