Sanità, De Luca contestato. Camusso: stop al commissariamento

0
470
Vincenzo De Luca

Sanità, stop al commissariamento in Campania. La richiesta arriva dal leader della Cgil, Susanna Camusso, intervenuta al Centro direzionale di Napoli in occasione di un convegno organizzato da Fp e Cgil regionale a 10 anni dal piano di rientro. Camusso ha invitato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, a mettere fine “alla stagione dei commissariamenti” per dare spazio “al regime della responsabilità delle scelte”.

Prima di Camusso, sul palco dell’auditorium dell’isola C3 del Centro direzionale di Napoli, era intervenuto il presidente della Regione, Vincenzo De Luca. “In Campania abbiamo fatto un miracolo”, ha affermato il governatore chiudendo il suo contestatissimo intervento, animato da medici che gli chiedevano di combattere davvero “corruttela, clientelismo e privilegi”, spingendo per la stabilizzazione.

Ad aprire il convegno è stato il segretario generale della Cgil Campania, Giuseppe Spadaro. “Una sanita’ pubblica – ha detto il sindacalista – che non permette a più di 10 milioni di cittadini di poterne fruire o di ricorrervi con enormi difficoltà, è un sistema da rilanciare, per difendere le grandi potenzialità democratiche che aveva lo spirito originario della riforma. Pur con le perplessità che avevamo per un nuovo commissariamento – ha aggiunto Spadaro – essendo la Cgil da sempre contraria, ci aspettavamo e ancora ci aspettiamo un decisivo cambio di marcia, sia nella progettualità, ma ancora di più nel sistema delle relazioni”. Per Spadaro deve finire anche “la stagione del precariato in sanità e bisogna porre forti limiti ai contratti atipici. Le giuste aspettative e la riconosciuta professionalità degli operatori vanno valorizzate”.

Print Friendly, PDF & Email