Occupazione in aumento: ma è emergenza giovani

    0
    551
    Studio Confindustria
    Allarme giovani

    Occupazione a livelli pre-crisi: secondo il Centro studi di Confindustria a fine 2019 ci saranno 370 mila occupati in più rispetto al picco toccato nella primavera 2008. Dal 2014 all’autunno 2017 si contano 900 mila occupati in più.

    Per Confindustria resta allarmante il dato relativo all’occupazione giovanile. Le stime di Confindustria indicano che l’occupazione salirà dell’1,1% nel 2018 e dell’1% nel 2019 (+500 mila Ula aggiuntive), dopo il +1,2% del 20017 (+1,4% nel 2016).

    Il tasso di disoccupazione scenderà al 10,9% nel 2018 e al 10,5% nel 2019, dall’1,3% del 2017, quello relativo alla fascia di età 15-34 anni è al 40,5%, molto più basso che nella media dell’Eurozona. Diversamente dal passato, la disoccupazione giovanile si trasforma in emigrazione. L’uscita di giovani dal Paese, molti dei quali diplomati e laureati, è proseguita anche nel 2016 e con flussi accresciuti significativamente: 61mila tra i 18 e i 39 anni, con +19,1% sul 2015, mentre il totale è stato di 115 mila, con +12%. I laureati di ogni età che se ne sono andati sono stati 25mila.

    Print Friendly, PDF & Email