Raccolgo, riuso, riciclo: il Natale si veste di ecologia a Castel Baronia

0
850

Raccolgo, riuso, riciclo: il Natale si veste di ecologia nella scuola secondaria di primo grado di Castel Baronia “Benedetto Croce”.
Un Natale all’insegna del riciclo per gli studenti della I, II e III classe della scuola secondaria castellese, che hanno realizzato un progetto extracurricolare, “Ricicl@ando si impara”, ideato e promosso dal dirigente scolastico dell’I.C. “B. Croce” di Flumeri, Professore Pasquale del Vecchio, dai docenti Maria Rosa Iacoviello, Vittorio Leone, Biagio Costato, Marilena Nardine, Graziella Criscitino con l’immancabile supporto dei collaboratori scolastici.
Un progetto finalizzato alla realizzazione di una campagna di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata rivolta ai cittadini ed alla scoperta dei rifiuti che possono rappresentare una vera e propria ricchezza.

Troppo spesso si ignorano i gravi effetti che una produzione eccessiva di rifiuti ha sull’ambiente. Una reale ed efficace educazione ambientale nelle scuole, oggi più che mai, si rende necessaria per creare una consapevolezza ed una coscienza ambientalista sensibile e attenta ai bisogni della terra e dell’ambiente naturale che ci ospita.
Educare le generazioni future perché crescano attente all’ambiente, e per far sì che venga loro naturale e spontaneo tutelarlo, va considerato come un progetto di apprendimento continuo, un percorso formativo finalizzato all’acquisizione di conoscenze, abilità e competenze.

Il Progetto “Ricicl@ndo si impara” della scuola secondaria di Castel Baronia prevede lo sviluppo di un percorso educativo e didattico volto all’informazione e alla sensibilizzazione su tematiche ambientali e nello specifico su un uso più consapevole e sostenibile delle risorse della Terra.
Sulla base delle conoscenze acquisite i ragazzi vengono coinvolti nella realizzazione di una campagna di sensibilizzazione sull’importanza di raccogliere e dividere i rifiuti in modo corretto.


L’attività comunica il valore ambientale, sociale ed economico di un comportamento virtuoso rispetto al problema dei rifiuti attraverso “mezzi” diversi: laboratori pittorico-manipolativi in gruppi, grazie ai quali i ragazzi danno forma all’immaginazione realizzando un vero e proprio riciclo creativo, depliant, manifesti, brochure, creazioni di manufatti con materiali di riciclo da esporre a scuola nel periodo natalizio.

La reazione dei ragazzi all’educazione ambientale è entusiasmante, ricca di partecipazione, impegno e divertimento. Un progetto in grado di suscitare interesse, la cui essenza è stata ben percepita dagli alunni in virtù della passione e dedizione dei docenti e del dirigente scolastico.

Print Friendly, PDF & Email