“Siamo gli schiavi del duemila”. In piazza mille lavoratori senza futuro

    0
    388

    Si definiscono “gli schiavi del duemila”. Una parte dei circa mille lavoratori irpini senza prospettive per il futuro ha pacificamente protestato sotto il Palazzo della Provincia di Avellino. Espulsi dal ciclo lavorativo dall’oggi al domani. Come recita uno striscione, “troppo giovani per andare in pensione e troppo vecchi per sperare di essere utili nelle fabbriche”. Chiedono garanzie, hanno fatto squadra, si sono uniti. Guardati a vista dalle forze dell’ordine, ecco gli ex dipendenti della Ocevi Sud, dell’ex Almec di Nusco, dell’El.Ital. Spa e dell’ex Saira di Pianodardine. Si dicono pronti a tutto, pur di far valere i propri diritti. E credono sempre meno nei sindacati.

    Alle 14.30 e alle 19.30 servizio su LabTv, canale 625 digitale terrestre

    Print Friendly, PDF & Email