Cgs, Gubitosa e sindacato: il caso in Procura

0
319
Protesta Cgs

“L’idea del sindacato irpino di coinvolgere l’onorevole Michele Gubitosa dei 5 Stelle nella delicata vertenza della depurazione, si sta dimostrando l’arma vincente per i lavoratori irpini del Cgs”. Così in una nota congiunta le organizzazioni di Fismic, Fim, Fiom e Uilm pronte a lavorare in sinergia con Gubitosa per la risoluzione della vertenza.

“Gubitosa – si legge nel comunicato – dopo aver incontrato giovedì il liquidatore del Cgs Angelo Lanza per un approfondimento sui bilanci e sui debiti accumulati, ieri pomeriggio in quasi due ore di discussione presso la sede della sua azienda Hs di Pietradefusi ha informato la delegazione sindacale guidata dai segretari provinciali Zaolino- Altieri – Scarpa, dal consiglio di fabbrica e da un gruppo di attivisti”. Bisogna fare piena luce, ha esordito Gubitosa sui bilanci degli ultimi 10 anni del Cgs.

Ci sono le condizioni per andare insieme dal Procuratore Cantelmo per interrompere il connubio politica e affari che ha procurato un debito di oltre 13 milioni di euro, frutto della mala gestione e delle clientele politiche che adesso si scaricano solo sui lavoratori del Cgs”.

Piena sintonia quindi con le OO.SS. che si dicono pronte a seguire l’onorevole Gubitosa in Procura e ad aprire nel contempo il confronto con i vertici dell’Asi e del Cgs sul nuovo Piano Industriale che non dovrà prevedere lo sdoppiamento del Consorzio e dovrà indicare le nuove tariffe per la depurazione senza più i condizionamenti della politica e per favorire il rilancio vero dello Sviluppo Industriale in provincia di Avellino.

Print Friendly, PDF & Email