Sigilli in una villa resort di Ischia: coinvolta la famiglia Sarno

    0
    2344
    Operazione a Ischia

    Sigilli al cantiere, abusivismo a Ischia in una villa-resort a picco sul mare. L’operazione coinvolge anche una nota famiglia di imprenditori irpini, proprietaria di una quota della villa. “Sono proprietario di quella villa per una quota minima, i 999 millesimi sono di mio padre”, precisa al Mattino Silvio Sarno, figlio di Nicola Sarno, tra i maggiori imprenditori nel settore calcestruzzo in Campania.

    La villa abusiva sequestrata da polizia e guardia costiera si adagia sul promontorio del Castiglione, nei pressi del parco termale del barone Von Stohrer. I manufatti sequestrati fanno parte di un importante ampliamento di strutture già realizzate e poi regolarizzate con il condono del 1985.

    Dalle prime rilevazioni effettuate dal locale commissariato di polizia sarebbe emerso che le modalità di costruzione procedevano iniziando dal solaio, invece che dalle fondamenta, secondo una tecnica che rende la struttura molto più fragile. Un particolare non di poco conto se si considera che l’area ricade nel comune di Casamicciola, classificata ad elevato rischio idrogeologico e sismico. Tutto è finito sotto sequestra durante un’operazione congiunta tra polizia e guardia costiera con diversi operai in fuga (anche via mare) al momento del blitz.

    Il legale della famiglia parla di provvedimento abnorme con difformità sanabili in via amministrativa.

    Print Friendly, PDF & Email