Aias: dissequestrati i centri di Nusco e Calitri

0
323
Il centro Aias resta chiuso

Sono state dissequestrate le sedi Aias di Nusco e Calitri. La svolta è arrivata nel pomeriggio di oggi e domani mattina, 31 maggio, potrebbe toccare anche alla sede di Avellino.

Per le due sedi dell’Alta Irpinia l’attività dovrebbe riprendere più o meno regolarmente, mentre per Avellino, dove i lavori di ristrutturazione avviati da tempo si sarebbero di fatto conclusi, si attende la prossima udienza al Tar di Salerno prevista per la prima quindicina di giugno quando si discuterà la richiesta di sospensiva.

La Guardia di Finanza di Avellino, su disposizione della Procura del capoluogo irpino, aveva sequestrato pochi giorni fa le due strutture altirpine operanti nel settore della riabilitazione.
I sigilli avevano fatto seguito alla chiusura del centro Aias di Avellino, avvenuta lo scorso mese di febbraio per iniziativa della Asl, per carenze igienico-sanitarie. Ora la vertenza dovrebbe davvero essere arrivata ad un punto di svolta, fermi restando, naturalmente, i possibili risvolti legati all’inchiesta in corso.

Complessivamente i tre centri occupano circa operatori e garantiscono assistenza ad oltre 900 pazienti.

Print Friendly, PDF & Email