Sorpresa Istat: i campani si sentono più sicuri

    0
    443

    Allarme sicurezza, l’stat fotografa in un report le paure degli italiani. Una maggiore insicurezza si riscontra al Centro (30,2%) e al Nord-Ovest (29,9%). In particolare, il valore massimo si registra in Lombardia (il 34,9% degli intervistati dichiara di sentirsi poco o per niente sicuro tra le strade), seguita da Lazio (33,9%) e Puglia (32,9%); quote più elevate di cittadini “per niente sicuri” si rilevano in Campania (12%) e nel Lazio (9,9%).

    Viceversa, nella provincia autonoma di Bolzano si registrano i picchi più elevati di sicurezza (l’81,1% degli intervistati si dichiara molto o abbastanza sicuro); segue la Valle d’Aosta (78,3%), la provincia autonoma di Trento (77,6%) al Nord, e la Sardegna (75,5%) e la Basilicata (74,9%) nel Mezzogiorno. L’Emilia Romagna e il Veneto sono le due regioni in cui vivono quote più elevate di abitanti che non escono mai da soli o non escono quando è buio (rispettivamente 17,1% e 14%).

    Rispetto al 2008, il senso di insicurezza per strada e in casa è peggiorato nelle regioni del Nord-ovest, e in particolare in Lombardia, i cui i residenti escono meno quando è sera (dal 24,3% al 28,5%), si dichiarano molto più spesso poco o per niente sicuri quando sono per strada (dal 28,6% al 34,9%) o in casa (dal 13% al 20%). Al Sud e nelle Isole, invece, si registrano significativi miglioramenti soprattutto per la quota di coloro che non escono mai da soli di sera per paura: che passa dal 30,5% al 24,9% (Sud) e dal 25,7% al 22,4% (Isole). In particolare, le regioni in cui si rilevano miglioramenti più marcati rispetto alla media nazionale sono il Molise, la Basilicata e la Campania. Nel nord sono il Piemonte e la Valle d’Aosta.

    Sempre al Sud e nelle Isole, è diminuita l’influenza della criminalità sulle abitudini di vita, facendo registrare un miglioramento nella quota di quanti si dichiarano molto o abbastanza influenzati dal fenomeno, che passano rispettivamente dal 54,7% al 38,7% e dal 46% al 30,1%. In particolare, si rileva un crollo in Campania, in cui si passa dal 60,6% del 2008-2009 al 41,1% del 2016.

    Le regioni in cui la paura di subire il furto d’automobile è più diffusa sono Puglia (57,3%), Lazio (42,2%), Campania (43,5%) e Lombardia (40,9%), mentre è minima nelle province di Bolzano (14,5%), Trento (22,4%) e in Liguria (22,6%). Per quanto riguarda il furto in abitazione, le preoccupazioni maggiori si registrano in Puglia (71,5%), Emilia Romagna (69%), Lombardia (66,5%), Lazio (65,3%) e Umbria (65,9%). Le regioni che presentano maggiori problematiche per i reati contro la persona sono sempre Lazio, Emilia-Romagna e Lombardia e per la preoccupazione di subire una violenza sessuale spiccano anche Calabria e Piemonte.

    Print Friendly, PDF & Email