Viaggio a Giffoni, colori e spettacoli a misura di bambino

0
374

Giffoni è una macchina operante 365 giorni all’anno per offrire poi, durante il Film Festival, un’organizzazione impeccabile, curata nei minimi particolari. Camminare per le strade di Giffoni durante il Festival significa incrociare un arcobaleno frenetico di bambini, ognuno con la sua maglietta dall’azzurro all’arancione, dal verde al giallo, dal blu al bianco.

Un’onda gioiosa che invade le stradine del centro storico, bambini che si rincorrono, ridono, scherzano, da lontano sembra un quadro impressionista, schizzi di colore e festosità.

Sicuramente una delle attività più attese dai giffoners sono i laboratori del Giffoni Village; i più piccoli, quelli degli elements +3, con i loro zainetti a forma di Pimpa scorrazzano felici per il Village ed è proprio Silvia Stagi, responsabile comunicazione-eventi, per la Panini-Comix, che racconta l’esperienza dei piccoli giurati al laboratorio dedicato alla Pimpa, personaggio immaginario protagonista di una omonima serie a fumetti italiana. “Ogni mattina dalle ore 11 alle 13, organizziamo il laboratorio –Pimpa e Olivia Paperina” dedicato ai bambini dai 3 ai 6 anni, con spettacoli, letture animate, giochi e tanti fumetti da colorare”

“Per i bambini dagli 11 ai 13 anni” continua Stagi “abbiamo pensato al laboratorio – Comix- dedicato alla famosa agenda cult in collaborazione con artisti come Mauro Roselli e Alessandro Roncarà che aiuteranno a colorare e personalizzare le copertine dell’agenda in modo del tutto originale a ritmo di musica e cioè con pennelli e bombolette ispirandosi alla street art e al live painting”

Uno dei laboratori più richiesto è “TopolinoLab” organizzato dalla redazione di Topolino, un laboratorio tematico tra cinema e fumetto dove i bambini sono coinvolti nella realizzazione di un giornale il “Topoexpress” suddivisi in tre gruppi: giornalisti, creativi e fumettisti con la supervisione di Aldo Carrier Ragazzi, Art Director e Giornalista Professionista, lo sceneggiatore Roberto Gagnor, il disegnatore Luca Usai ed Elena Galli della redazione di Topolino.

Molto interessanti anche i laboratori sul riciclo dei materiali quale la plastica o quello sugli orti dove partendo da un gioco si sensibilizzano i bambini sulla corretta alimentazione e sul consumo di frutta e verdura. E ancora i laboratori sulla manipolazione dell’argilla, dando forma ai personaggi del Mago di Oz, il laboratorio di Arte Contemporanea tra Andy Warhol e Picasso.

Ancora, le attività speciali organizzate dai partner come i volontari di Amnesty International impegnati a far conoscere i diritti umani attraverso il gioco e le letture ed anche gli agenti del Comando Generale della Guardia di Finanza che attraverso la visione dei cartoni animati “Le avventure di Finzy” propongono ai piccoli giurati valori importanti come la legalità, la giustizia, la legge oltre a far comprendere il ruolo ed i compiti del Corpo.

Martina da Napoli, 8 anni, ha dichiarato “di essere entusiasta di aver lavorato la carta utilizzando tanti colori e non fa nulla se si è colorata anche la maglia!” Filippo da Ravenna,10 anni, aspetta di incontrare il suo idolo, Ironman mentre Sofia da Avellino 6 anni, pensa che sia stato incredibile realizzare il Topoexpress ed è stata proprio lei a colorare il fumetto!”

Tutto questo è Giffoni Film Festival ed ancora di più!

Maria Antonietta Gimelli

Print Friendly, PDF & Email