Rapporto Svimez: l’edilizia fa risalire il Pil in Campania

    0
    504
    Rapporto Svimez

    Calabria, Sardegna e Campania sono le regioni meridionali che fanno registrare il più alto tasso di sviluppo, rispettivamente +2%, +1,9% e +1,8%. Lo rilevano le anticipazioni del Rapporto Svimez 2018, presentate a Roma.

    Si tratta di variazioni del Pil comunque più contenute rispetto alle Regioni del Centro-Nord, se confrontate al +2,6% della Valle d’Aosta, al +2,5% del Trentino Alto Adige, al +2,2% della Lombardia. L’unica Regione con un andamento negativo è il Molise (-0,1%), soprattutto a causa del forte calo nell’industria (-7,4% nel triennio 2015-2017).

    In Campania l’aumento del Pil è collegato in modo evidente con il settore delle costruzioni finanziate con i fondi europei (+16,5% nel triennio).

    La grande emergenza del Sud resta il lavoro. Sale infatti solo l’occupazione precaria. In tutto il Mezzogiorno nel 2017 la crescita dei posti di lavoro è stata determinata quasi esclusivamente dai contratti a termine (+61mila, pari a +7,5%), mentre quelli a tempo indeterminato sono sostanzialmente stalibili con un misero +0,2%. Negli anni degli sgravi contributivi erano saliti al 2,5%, ma finiti i vantaggi gli imprenditori non hanno rinnovato i contratti.

    Print Friendly, PDF & Email