Tutti a Paternopoli per la Macenata: in piazza la magia dell’uva che si fa vino

0
3175

In tanti territori del vino d’Italia la vendemmia non è ancora iniziata, in altri, almeno per certe varietà, è in fase più avanza se non quasi conclusa. Come in Irpinia, siamo ancora lontani, soprattutto per il difficile “Aglianico”.

Paternopoli, una delle tante capitali irpine del vino, è pronta ad ospitare tutti i winelovers nel prossimo weekend del 22-23 settembre con l’evento della Macenata. Per l’occasione c’è anche il ritorno del treno, che per gli irpini ha un significato importante.

Il termine, potrebbe essere anonimo ai più. Penso sia sottinteso che quando una cultura qualsiasi crea una parola ben precisa per un’attività o un oggetto significa, chiaramente, che quell’attività (o oggetto) sia importante (molto, molto importante).

Prendiamo, per esempio, la parola Macenata, ovvero,  lo schiacciamento o pigiatura dell’uva per mezzo dei piedi, nudi o vestiti di calzari adatti, è il metodo più antico e tradizionale per estrarre dagli acini il mosto da trasformare in vino.

Questa edizione ancora più ricca con il connubio ristorazione di qualità e vino. Sette ristoranti del luogo con sette menù che hanno voluto sposare all’Aglianico di Paternopoli. Come, Megaron con la mitica Valentina Martone, a seguire da Totore, La Nuova Toscana, Pater Familias, Il caminetto e  La Coccinella.

Dietro la raccolta non c’è soltanto la fatica per rendere perfetta la vendemmia. C’è la condivisione dei sentimenti, speranze per il lavoro che si porta avanti insieme. Come da tradizione di famiglia. In un passato non troppo lontano, la fatica di raccogliere i grappoli d’uva era alleviata dai canti e dai balli. Perché la vendemmia era anche un momento di festa. È in questo contesto goliardico e festoso che si animerà il programma fittissimo che segue.

Sabato 22 Settembre

Ore 10.00 – 17:00 Stazioni del Gusto!

Per La Macenata con l’arrivo del treno storico nella stazione di Paternopoli, ci sarà la possibilità di accedere a una serie di itinerari enogastronomici, svolta dai produttori del posto, per far scoprire la qualità dei nostri prodotti tipici.

-Visite guidate presso la cantina Fiorentino, Stefania Barbot e nella Cantina Famiglietti dove ci sarà la mostra fotografica “uv’è il vino” di Roberto Della Noce ed il libretto originale Avellino – Rocchetta Santa Venere

Ore 13.00 Pranzo presso i ristoranti locali

Nel pomeriggio, per l’occasione, sarà possibile assistere ad un’anteprima dell’antico rituale della pigiatura dell’uva nei tini.

Ore 16:00 – 20.00

Aperiwhite!

Iniziamo la macenata con un aperitivo alla scoperta dei nostri bianchi,4 ore di ottimo vino e buona musica.

  • “Dj Set Doto dj”

(Piazza XXIV Maggio)

Ore 21.30/23.00 “La Macenata”

Avrà luogo l’antico rito della pigiatura dell’uva

Ore 21:30 – Piazzetta San Vito

Ore 23:00 – Corso Vittorio Emanuele

Spettacoli Musicali

ore 22.00 “Terraemares”Corso Vittorio Emanuele

ore 22.00 Moovoodoo/Peste Mc (special chill Set)

23:30 Dj Tuppi

 

Domenica 23 Settembre 

ore 10.00 Enotour

Visita guidata per le cantine del paese – Partenza presso il Campetto Sportivo (Via Fiorentino Troisi)

N.B. Su prenotazione (Max 40 Posti)

ore 16:00 – 20.00

Iniziamo la macenata con un aperitivo alla scoperta dei nostri bianchi,4 ore di ottimo vino e buona musica.

  • “Dj Set Max Barbieri”

(Piazza XXIV Maggio)

ore 21.30/23.00 “La Macenata”

Avrà luogo l’antico rito della pigiatura dell’uva

Ore 21:30 – Piazzetta San Vito

Ore 23:00 – Corso Vittorio Emanuele

Spettacoli Musicali 

  • ore 22.00 “Billy Cerch – Rockabilly”

Corso Vittorio Emanuele

  • ore 22.30 “Brusco”

  • ore 23:30″San Gennaro Bar”

Piazzetta San Vito

Stand Enogastronomici

Stand Espositivi

 

CONTATTI

Email – lamacenata@gmail.com

Tel. – 3206276273 – 3280923252

Print Friendly, PDF & Email