Cordata pubblica per IIA. Maraia attacca Del Rosso

    0
    384
    Sostegno alle Pmi
    Mise

    Ex Irisbus, c’è la cordata pubblica. Invitalia, Leonardo e Bus Italia saranno della partita ed entreranno nel capitale di Industria Italiana. Stavolta è bianca la fumata che si leva dal Mise, anche se fa discutere, e preoccupare, l’assenza dell’amministratore delegato di IIA Stefano Del Rosso rappresentato al tavolo ministeriale da un suo consulente.

    Per il segretario generale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, “l’impegno pubblico è fondamentale per il rilancio delle due fabbriche per la produzione di autobus in Italia ovvero per gli stabilimenti di Flumeri in provincia di Avellino e Bologna”.

    Al Mise erano presenti anche il vice capo di gabinetto Sorial, il sottosegretario Crippa, insieme ai vertici di Invitalia, Ferrovie dello Stato e Leonardo. Cauto ottimismo anche dal fronte Cgil. “E’ il primo passo concreto verso la realizzazione del polo pubblico di produzione di autobus che la Fiom ha proposto dall’inizio della vertenza. Questo obiettivo è stato raggiunto con un ruolo importante del Governo. A tenere in sospeso l’evoluzione positiva è l’assenza dal tavolo dell’Ad, sostituito da un consulente dell’azienda”.

    In una nota congiunta Michele De Palma, segretario nazionale della Fiom-Cgil, Bruno Papignani, segretario generale Fiom-Cgil Emilia Romagna, e Giuseppe Morsa, segretario generale Fiom-Cgil Avellino non nascondono più di una perplessità per l’assenza di Del Rosso. “Non vorremmo che la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori, grazie alla quale siamo giunti fin qui, fosse vanificata con la decisione della proprietà di far saltare tutto. Abbiamo faticato quattro anni per arrivare alla soluzione di una partecipazione pubblica per il rilancio di Industria Italiana Autobus”.

    Critiche a Del Rosso dal parlamentare irpino Generoso Maraia. “Tutti hanno potuto ascoltare le parole di Favara, Direttore strategie di FS, tutti tranne Del Rosso che non era presente al Tavolo di oggi. Era presente il consulente legale dell’Azienda al quale tutti i presenti hanno espresso la preoccupazione per le scelte che saranno prese domani nel corso del CDA di IIA. Parole di apprezzamento per l’operato del Governo sono state espresse da tutte le sigle sindacali. C’è la piena volontà di ricapitalizzare l’azienda e di non farla fallire. Tutti stanno lavorando per questo obiettivo”.

    “L’assenza di del Rosso lascia però aperta un’incognita e non ha permesso un pieno confronto anche in considerazione del fatto che per domani è convocato il CdA di IIA proprio per decidere il futuro dell’azienda”.

    Print Friendly, PDF & Email