“FaceFood”, debutto irpino per il nuovo programma della buona cucina

0
818

Debutto in Irpinia per il nuovo format televisivo FaceFood, ideato e realizzato da Lino D’Angiò con la collaborazione della giornalista enogastronomica Laura Gambacorta. Prima tappa al Moera di Avella per l’appuntamento periodico che accenderà i riflettori in tutti i luoghi dell’eccellenza del cibo, selezionati dalla Gambacorta.

Ma, nello specifico, in cosa consiste questo progetto? Più di uno spettacolo, forse un aperitivo o magari una cena, dove il pubblico è partecipe, elemento attivo e reattivo: un’alchimia in cui si fonderanno intrattenimento, coinvolgimento, chiacchiere, visioni, idee, proposte, magie, cibi, ricette, libri e risate. Insomma tutte quelle cose che non troverete mai in un spettacolo normale.

Lo studio televisivo itinerante, che avrà sempre pubblico e ospiti, sarà sintonizzato con le location del buon cibo di volta in volta selezionate per una trasmissione diversa e fuori dagli schemi. In campo un cast con il proprio palcoscenico: in prima linea l’assistente Carmine Giordano e il suo bravo direttore D’Angiò che sarà anche anfitrione, chef, intrattenitore, comico, conduttore, ma anche attore.

Non mancheranno momenti di conoscenza dei prodotti eccellenti che saranno impiegati nel menù della serata, selezionati e raccontati da chef e appassionati. Tutti, ma proprio tutti potranno prendere parte al programma che sarà trasmesso in diretta su Facebook e consentirà quindi di interagire con i protagonisti delle diverse puntate.

Il Moera ristorante-orto di Francesco Fusco è stato il primo in Campania ad ospitare e sperimentare in diretta l’evento. Il menù è stato incentrato sui prodotti tipici locali, come la nocciola e le noci e, soprattutto l’aglio orsino, una riscoperta di Francesco Fusco e di Diana Fierro.

Insieme hanno portato in auge questo alimento da cui è ricavato un “pesto di aglio orsino” che trova il suo impiego in molti piatti e altri pesti, sempre di loro produzione, ottenuti dai prodotti dell’orto.

Il pesto di aglio orsino è impiegato, per il suo caratteristico aroma e la buona digeribilità, in molti piatti di cucine stellate e utilizzato da numerosi pizzaioli gourmet. Dopo l’Irpinia, ora l’attenzione è tutta rivolta ai prossimi appuntamenti, sempre all’insegna del buon cibo e del divertimento.

 

Print Friendly, PDF & Email