Parrucchieri, la carica dei mille. Guidano donne e stranieri

    0
    326

    Sono oltre mille le imprese che in Irpinia sono specializzate per offrire servizi da barbiere, parrucchiere ed estetista. Il dato, che rappresenta lo 0.6 del tessuto imprenditoriale complessivo, è cresciuto tra il 2017 e il 2018 del 2.1 per cento, passando da 1.017 a 1.038. In Campania solo a Napoli e Caserta si registrano performance migliori.

    Il dato emerge dall’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati del registro imprese al primo trimestre 2018 e 2017.

    Il 57.3 per cento delle imprese attive in provincia di Avellino è gestito da donne, il 18.4 da giovani e l’11.6 da stranieri. Quest’ultima performance ci proietta tra le prime dieci province italiane.

    A livello nazionale sono oltre 141 mila le imprese di settore e crescono dell’1,2% tra 2017 e 2018. Si tratta soprattutto di parrucchieri (circa 103mila) e istituti di bellezza (35mila), ma ci sono anche quasi 2 mila imprese di manicure e pedicure.

    Il 63,7% delle imprese è a guida femminile (+1,7%), il 14% ha proprietari under 35 mentre nel 7,5% dei casi sono nati all’estero (+7,4%).

    Roma è prima con 9.865 imprese, +3,6% in un anno, vengono poi Milano con 7.102 imprese (+0,8%), Napoli e Torino con quasi 6 mila imprese e rispettivamente +2,7% e +0,5%. La maggior concentrazione di imprese femminili sul totale si trova ad Aosta, 83%, e Biella, 82%, il primato per le imprese giovani a Crotone (25%) e Isernia (23%), quello per le imprese straniere a Milano (15%) e Teramo (14%).

    Print Friendly, PDF & Email