Centri per l’impiego, il caso Campania sul tavolo di Di Maio. Palmeri: “Servono misure specifiche”

0
372

Centri per l’impiego, Regioni a confronto con il ministro Di Maio. Nel corso dell’incontro, al quale in rappresentanza della Campania è intervenuta l’assessore al Lavoro Sonia Palmeri, sono state ribadite alcune fondamentali priorità, tra cui la deroga alla capacità assunzionale, necessaria per assumere personale qualificato.

Miglioramenti logistici, spese di funzionamento, investimenti in banche dati, in nuove tecnologie ed in formazione sono le altre priorità indicate nel corso del vertice.

“La nostra Regione ha già iniziato il processo, stanziando propri fondi per oltre 16 milioni di euro, ma non basteranno. Stiamo tenendo i centri per l’impiego aperti anche di pomeriggio, soprattutto in sedi di grossa affluenza, per accogliere e dare risposte”, precisa sul suo profilo Facebook l’assessore.

“Il Ministro ci ha riportato che la Germania spende 10 miliard all’anno per le strutture dei cpi. Nonostante l’unità di indirizzo, che necessariamente va dato ad un pubblico servizio, ho chiesto che per la nostra Regione vadano adottate misure specifiche. Non c’è stato ancora presentato l’ iter del reddito di cittadinanza, ma per essere pronti abbiamo bisogno di risolvere delle criticità”.

La Palmeri ha specificato al ministro del Lavoto che “i centri per l’impiego debbono essere sempre più opportunity center, cioè centri in cui ciascuno deve trovare la propria strada per avvicinarsi al lavoro. Ogni cittadino ha esigenze diverse e bisogna differenziare gli strumenti di aiuto”.

Print Friendly, PDF & Email